La storia di Sophia Loren 2°puntata

…. Piano piano Sophia e la sua bellezza prendono piede, viene richiesta per fotoromanzi e piccole parti nei film, il successo inizia ad andargli incontro, e lei cambia il suo nome diventando Sofia Lazzaro, ci vorrà poco tempo per farla diventare una star amata soprattutto dal pubblico maschile. Sofia all’inizio della sua carriera incontra due grandi uomini, artisti di teatro e cinema quali Vittorio De Sica e Totò, quest’ultimo, Totò, fu colui che l’aiutò a fare il primo grande passo nel cinema regalandogli anche centomila lire, pensando che quella ragazza avesse fame.

De Sica       totò sofia loren

Ma per Sofia ci fu solo un grande uomo nella sua vita, l’amore della sua vita, Carlo Ponti. Sofia incontra Carlo, un produttore cinematografico, ad un concorso di bellezza dove erano entrambi ospiti. Dopo solo un giorno Sofia viene convocata per  un colloquio nello studio di Ponti, che subito rimane colpito da tanta bellezza, ma non solo, Sofia è anche brava e possiede delle potenzialità che Ponti vuole fare sue offrendogli un contratto di sette anni, contratto che si rivelò un grosso trampolino di lancio per la carriera futura della ragazza. Sofia cambia di nuovo nome sotto suggerimento del produttore Goffredo Lombardo che toglie Lazzaro e introduce Loren aggiungendo il ph al nome, ne viene fuori un nome che tutto il mondo conoscerà e che ci invidierà Sophia Loren. Carlo Ponti ha ventitré anni più della bella Sofia, ma ciò non gli impedisce di innamorarsi della bellissima ragazza.

carlo ponti

A Romilda non piace Carlo, vede quei ventitré anni un ostacolo insormontabile e poi c’è anche un altro particolare, Carlo è sposato in Brasile e ha anche due figli, ma Sofia trova quell’uomo di un fascino travolgente e quando lui inizia a corteggiarla anche lei se ne innamora.. ( piccolo riassunto della loro storia matrimoniale – Tra i due nasce un amore travolgente e bellissimo, si sposano nel settembre 1957. Ma poiché il divorzio all’epoca non è legale in Italia e i due sposi rischiano accuse di concubinato (Loren) e bigamia (Ponti), si trasferiscono in Francia dove diventano cittadini francesi. Allora Ponti può divorziare dalla prima moglie Giuliana Fiastri, e  lui e Sofia Loren si sposano una seconda volta il 9 aprile 1966 a Sèvres. ).

th

Ma torniamo all’inizio della carriera di Sofia, sebbene i ruoli che interpreta siano semplici, da comparsa,  inizia a studiare frequentando un corso di recitazione. Verso i diciotto anni Sofia è ambita da fotografi e registi, realizza così parecchi servizi fotografici e recita in diversi film. Nel 1954 dopo aver interpretato il ruolo della regina Cleopatra, della schiava Nisca, della ballerina Gemma nel capolavoro ” Miseria e Nobiltà “ al fianco di Totò, e di Sisina altra bellissima ballerina nel musical ” Carosello Napoletano “, Sofia ebbe il suo trampolino di lancio con il personaggio di Donna Sofì, la pizzaiola nel capolavoro ” L’oro di Napoli “, si aprono tutte le porte del successo per Sofia che a diciannove anni è già un attrice eccezionale…

Sophia_Loren          5016560_672-458_resize

continua con la prossima puntata all’interno della rubrica “La storia di Napoli”.

Emanuela Genta