La poco convincente ma vittoriosa partita contro il Parma di domenica scorsa e le successive dichiarazioni forti di Gennaro Gattuso hanno caratterizzato prepotentemente gli ultimi giorni dell’ambiente partenopeo. Il divampare delle polemiche ha in linea di massima provocato una frattura tra quelli che si schierano a favore della Società e coloro che invece apprezzano la franchezza del tecnico calabrese difendendolo a spada tratta. Una situazione che però potrebbe incidere sulla squadra alla quale adesso spetta il compito di estraniarsi totalmente da questa scomoda condizione coalizzandosi con Ringhio e facendo parlare esclusivamente il rettangolo verde; a proposito arriva la sfida valevole per la semifinale di andata della Coppa Italia che vedrà opposto il Napoli alla fortissima Atalanta di Gasperini!

Gattuso non stravolgerà la squadra mentre è più probabile il ricorso ad una piccola turnazione per la trasferta di Genova in campionato; la difesa con Di Lorenzo e Mario Rui esterni e Manolas-Koulibaly centrali dovrebbe essere riconfermata davanti ad Ospina, mentre in mezzo al campo potrebbe rivedersi dal 1′ Bakayoko al quale cederebbe il posto Demme, con Zielinski ed Elmas ai suoi fianchi. Davanti Insigne e Lozano appoggeranno Petagna. Il sorprendente, per certi aspetti, precedente più recente ha raccontato di un Napoli perfetto al cospetto dell’Atalanta; in campionato gli azzurri chiusero la pratica nei primi 45 minuti di gioco (4-0) attraverso una prestazione tranquillamente catalogabile come migliore dell’era-Gattuso. Purtroppo 3 dei protagonisti di quella vittoria non saranno disponibili (anzi per Osimhen potrebbe esserci spazio nei minuti finali): Mertens infatti è tornato in Belgio per il riacutizzarsi del problema alla caviglia troppo incautamente e frettolosamente stimolata in vista della finale di Supercoppa con la Juventus mentre Fabian Ruiz rientrerà a breve dopo lo stop forzato causato dal Coronavirus. La sfida risulta di importanza davvero capitale non solo per la competizione della quale il Napoli è squadra detentrice ma per smorzare la tensione e ridare ritrovato entusiasmo all’ambiente, per non parlare poi dei riflessi sulla convinzione del gruppo…

E a questa Coppa Italia ci tiene particolarmente anche Gasperini che non ha nascosto i propositi bellicosi della sua squadra, intenzionata a raggiungere la finale e vendicare anche quella cocente batosta di inizio stagione in campionato. Il tecnico addirittura ha dichiarato che la sconfitta interna di domenica scorsa contro la Lazio è stata dettata dal pensiero rivolto già alla delicata sfida di Fuorigrotta! Gli orobici ritrovano Gosens e Romero (falso positivo al Covid-19): il primo si riprenderà il posto sulla fascia sinistra mentre il difensore coprirà il buco lasciato dallo squalificato Palomino. In mezzo al campo con Freuler e de Roon centrali agirà sulla destra Maehle (assente Hateboer) il nuovo acquisto di gennaio che si è già inserito alla grande nel contesto-squadra. Pessina ed Ilicic sosterranno la punta Muriel che dovrebbe essere preferito a Duvan almeno per quanto concerne l’inizio del match.

La sfida del “Diego Armando Maradona“, che si giocherà dalle 20:45, sarà arbitrata dal signor Fabbri!