Mercoledì 19 e giovedì 20 agosto nell’ambito della rassegna estiva “Classico contemporaneo”,che ha luogo ogni anno nel chiostro di San Domenico Maggiore, andrà in scena “La scuola delle mogli”, la divertente commedia di Molière, con la regia e l’adattamento di J Diego Sommaripa, interpretato da Antonio De Rosa, Marilìa Testa, Rodolfo Fornario, Vittorio Passaro, Sabina Gallo e dallo stesso Sommaripa. Il testo di Molière si rivela una commedia sapiente e di sorprendente maturità. La narrazione prende forma in un piccolo mondo con pochi personaggi. Come dalla maggior parte degli ultimi testi del commediografo francese, si evincono un’amarezza ed una modernità profondamente singolari. Come in Shakespeare, si respirano le gioie e la tristezza della vita e la commedia e la tragedia, sono Tessute insieme dal sottile filo dell’ironia.

Il tema è il contrasto tra la gelosia e la ragione, impersonate da Arnolfo e Crisaldo. Questi due personaggi hanno una psicologia complessa e la loro contrapposizione non è inconciliabile come quella delle maschere della Commedia dell’Arte, ma è dovuta piuttosto a una differenza di vedute relativa alle consuetudini e alla realtà sociale dell’epoca. La commedia, che con arguzia attacca la morale dell’epoca, fu oggetto di scandalo.

Avevo bisogno di un testo che potesse essere senza tempo e l’ho trovato ne “La scuola delle mogli”: l’intreccio amoroso, la comicità dell’equivoco, l’ossessione , la possessività, l’avidità, l’ingenuità, la disperazione che spinge l’essere umano a far cose che non avrebbe mai pensato di fare… situazioni e sentimenti, insomma, che ancora oggi fanno parte della nostra società. Mi sono divertito nella riscrittura, portando la storia ai giorni nostri e nella nostra terra, con piccoli accenni dialettali, anche per non perdere il sapore della commedia dell’arte, motore cardine della mia idea di messa in scena. Nonostante queste piccole modifiche (dialettali e con accenni a fenomeni sociali attuali per portare il testo ad un linguaggio vicino alle mie esigenze), ho cercato di rimanere il più fedele possibile alla potenza dello scritto di Molière, affidandomi alle rappresentazioni in lingua originale, cogliendone la vera essenza tragicomica. Ho creato così un “pastiche” teatrale, tra passato e presente, fondato su una parola sola: comicità. Optando per una messa in scena veloce, brillante, ricca di gags, e lasciando solo in piccola – ma doverosa – parte, il sapore scuro della commedia originale. E’ uno spettacolo scritto e pensato per il pubblico, un pubblico godereccio, che ha voglia di passare poco più di un ora in totale spensieratezza…”.

“La scuola delle mogli – oggi come ieri”
Mercoledì 19 e giovedì 20 agosto, cortile di San Domenico Maggiore

Riduzione e messa in scena J Diego Sommaripa

con Antonio De Rosa, Diego Sommaripa, De Rosa, Marilìa Testa, Rodolfo Fornario, Vittorio Passaro, Sabina Gallo
scenografia Giorgia Lauro 

foto Giulio Pollica

produzione Resistenza Teatro con Teatro TRAM

info e prenotazioni:https://www.teatrotram.it/classico-contemporaneo/la-scuola-delle-mogli/

Tel. 342 1785930

tram.biglietteria@gmail.com
 www.teatrotram.it