La guerra di Gaza ha provocato la prima vittima italiana .Simone Camilli, videoreporter romano di 35 anni , spesso presente in siti bellici, è deceduto il 12 agosto con altre quattro persone a causa dell’esplosione di una granata israeliana. La salma del ragazzo è rientrata stamattina a Roma.
L’ esequie di Simone dovrebbe svolgersi oggi, venerdì 15 agosto ,nella cattedrale di Pitignano. A celebrare il rito funebre sarà il vescovo di Pitigliano-Sovana-Orbetello, monsignor Guglielmo Borghetti. Già ieri , però, la comunità è stata invitata a un momento di preghiera per i familiari del giovane.
Lo stesso presidente della repubblica Napolitano ha affermato che la morte di Simone deve costituire un ulteriore monito alle parti in conflitto e a tutti noi affinché ci si impegni per un’immediata e definitiva cessazione delle ostilità.