La Ricetta della Domenica 

Pane dolce all’uva

La consistenza di un pane e la dolcezza dell’uva cotta. Un pane dolce ideale per una colazione sana. I profumi sono inebrianti.

Tempi di preparazione e cottura:

Preparazione 30 min – Prima lievitazione 1 ora – seconda lievitazione 1/2 ora

Cottura 20/30 min

Ingredienti:

500 gr di farina tipo 00

100 gr di zucchero

30 gr di olio extravergine d’oliva

12 gr di lievito di birra

250 ml di acqua

300/400 gr di uva bianca

zucchero di canna q.b per spolverizzare

Procedimento:

Setacciare la farina. Disporre in una planetaria  (impastatrice) la farina setacciata, lo zucchero, l’olio ed il lievito sciolto in un bicchiere d’acqua tiepida (da sottrarre al peso dell’acqua).

Iniziare ad impastare. Versare a filo l’acqua restante, fino ad ottenere un impasto che si stacchi dalle pareti della planetaria.

Lasciare lievitare l’impasto fino a che non raddoppia il suo volume.

Trascorso tale tempo, prendere l’impasto e sgonfiarlo su di una spianatoia, spolverizzata con poca farina.

Prendere una teglia da dolci e adagiare la carta da forno.

Prendere il panetto e dividere in due pezzi uguali.

Con il matterello stendere il primo impasto ed adagiarlo nella teglia, sulla carta da forno.

Prendere la metà dell’uva e coprire il primo strato di impasto in teglia.

Prendere il secondo panetto, stendere con il matterello e ricoprire nella teglia l’uva.

Chiudere bene i bordi laterali.

Prendere la restante parte dell’uva e coprire la seconda parte dell’impasto.

Spolverizzare con zucchero di canna.

Lasciare lievitare per un altra mezz’ora.

Preriscaldare il forno a 180°C.

Infornare per 20/30 minuti, previa prova stecchino.

Servire freddo.

A proposito dell'autore

Esperta enogastronomica, docente, pubblicista, conduttrice, video reporter, sommelier e assaggiatrice ONAF. Titoli professionali conseguiti a Roma, Verona e Milano, in pasticceria, panificazione, lievitazione e cioccolateria . Laurea in Economia Aziendale e gestione delle imprese, innamorata del Marketing. Project Manager Adaline Agency. Delegata Campania della FIMAR (Federazione Italiana Management della Ristorazione). Responsabile Campania della Guida Mangia e Bevi. CEO di Le stanze della cultura S.a.s di Romina Sodano & Co. "Sono una ribellione alla statistica, i numeri non possono definirmi e la letteratura non osa raccontarmi." La mia passione? La natura che fa il suo corso. Il territorio ci identifica in ciò che siamo!

Post correlati