Dal 21 al 26 gennaio, sarà sul palcoscenico del Piccolo Bellini “La resa dei conti” di Michele Santeramo, interpretato da Daniele Russo e Andrea Di Casa, per la regia di Peppino Mazzotta. Una coproduzione della Fondazione TEATRO di Napoli – Teatro Bellini, Fondazione Campania Dei Festival – Napoli Teatro Festival Italia.

Un lavoro che tocca questioni universali, l’atto unico di Michele Santeramo, pone la domanda di che cosa sono fatti gli uomini, se possano avere fiducia gli uni negli altri. Interrogativi senza risposta e senza tempo, nel dialogo tra due uomini sulla propria condizione, alla ricerca di una possibilità altra, un’occasione di salvezza. Entrambi sono in cerca di una forma di fede, che renda possibile credere che l’uomo può guarire l’uomo.

«Ci devono essere momenti in cui quel che si è fatto – spiega Michele Santeramo a proposito del testo – non deve bastare a raccontare quel che si è diventati. Normalmente, il mondo nel quale viviamo, quello fatto di relazioni reali e virtuali, non ammette cambiamenti (…) Dovremmo poterci prendere tutti una rivincita sul passato, su quel che siamo stati, inventarci un personaggio, crederci prima noi e poi aspettare che qualcuno ci creda insieme a noi. Cambiare la vita se la vita non funziona. Per evitare che diventi una condanna».

Durata 60 min.

TEATRO PICCOLO BELLINI

Via Conte di Ruvo 14 – tel. 081 5491266 – Fax 081 5499656

http://www.teatrobellini.it/spettacoli/

Dal 21 al 26 gennaio

“La resa dei conti”

di Michele Santeramo
con Daniele Russo e Andrea Di Casa regia Peppino Mazzotta