Da lunedì 8 febbraio 2021, sui monitor di Videometrò News Network, il canale televisivo del Sistema di Metropolitana Regionale della Campania, ci sarà spazio per la poesia. Una poesia impegnata, dal tono civile.

Per tre mesi, saranno trasmesse videopoesie che indagano argomenti delicati come la donazione di organi, i disturbi mentali, gli abusi sessuali, le tematiche di genere e la dimensione umana dell’amore come strumento di conoscenza, di sé, dell’altro, della propria città o di tutte le mete possibili.
Le clip, introdotte dalle musiche
di Marco Sica (Channel E3) e di Luigi Ferrara, sono sperimentazioni artistiche che integrano il linguaggio del corpo e della parola ai nuovi media.

Il progetto nasce dalla collaborazione tra Videometrò News Network, in onda sulle infrastrutture di trasporto su ferro della Metropolitana di Napoli Linea1, Funicolari di Napoli, Circumvesuviana, Cumana e Circumflegrea, e Caspar Campania Slam Poetry, collettivo artistico che si occupa della diffusione della poesia performativa in Campania.

Undici gli artisti che hanno prodotto e interpretato i testi: Alessandro Bruno, Maria Pia Dell’Omo, Antonio Di Lorenzo, Milena Di Rubbo, “Dopamina”, Andrea Doro, Stella Iasiello, Claudio Lamberti, Alfredo Martinelli, Massimiliano Mazzei e Fabio Napodano. 

«Grazie alle sensibilità e la professionalità di Luciano Colella,direttore tecnico di Videometrò, e di tutto lo staff» – dichiara Stella Iasiello del collettivo Caspar – «le nostre performance diventano vere e proprie videoistallazioni artistiche. Un filo rosso tra quello che proponiamo da anni e ciò che abbiamo in animo di continuare a fare: lasciare che le persone si avvicinino alla poesia, in contesti insoliti, in maniera casuale. Una interruzione del quotidiano che, per quanto attraente o piacevole, possa essere un momento di contatto con la propria interiorità e, di conseguenza, stimolare il senso di appartenenza alla comunità».