La nostra storia, le “Quattro Giornate di Napoli”

1) Puntata

Gente di casa mia, gente di Napoli, un popolo che ha vissuto e combattuto senza limitazioni, con tanta paura ma sempre presente, uomini, donne, bambini, “scugnizzi “, anziani… Nei 4 anni della seconda guerra mondiale, la mia gente fu protagonista di uno degli avvenimenti storici, che  poi valse il conferimento della Medaglia d’oro al Valor Militare alla città di Napoli ed alla gente di Napoli. In soli 4 giorni i napoletani, con l’aiuto di militari fedeli all’Italia, riuscirono a liberare la propria città dall’occupazione delle forze armate tedesche. Molte storie ho sentito, molti aneddoti raccontati dalla voce di mio padre, lui ha vissuto quei momenti, era presente, era lì… I nazisti distruggevano, saccheggiavano, avevano ordini ben precisi dettati da Hitler: ridurre la città in fango e cenere. Edifici dati alle fiamme, gente indotta con la forza ad assistere inerme e in ginocchio all’esecuzione di un marinaio sulle scale dell’università, dove tra i vari volti terrorizzati e dispiaciuti, c’era anche quello di mio padre, un ragazzino terrorizzato, inerme per quello che stava succedendo. Erano arroganti i nazisti, tanto da lasciare armi e munizioni incustodite nei depositi militari. Un giorno mio zio si presenta a casa con una scatola piena di munizioni e bombe a mano, mio nonno ex carabiniere a cavallo lo scopre, scende al deposito con la scatola e disattiva le bombe, e apre a uno a uno le munizioni rendendole inutilizzabili. Erano sicuri, i nazisti, di avere a che fare con un popolo di gente arrendevole e terrorizzata da un lungo periodo di stenti e privazioni……

Emanuela Genta

Fine prima puntata, la prossima domani alle 19.00

001     253