La nostra storia, le “Quattro Giornate di Napoli”

2) Puntata

…… Era una città stanca, disperata, affamata e senza acqua ma con un cuore vivo e pulsante, con ancora la forza, il coraggio e la determinazione che ha caratterizzato allora, e ancora persiste nella popolazione di Napoli. Nella notte tra il 27 e il 28 settembre ci fu un via vai incessante tra le caserme e le abitazioni, si cercava qualsiasi cosa, cibo, vestiti, armi e munizioni. Erano decisi a scendere in strada, il popolo, quella gente aveva trovato il coraggio, la forza… la forza della disperazione. Sollecitati da false notizie sull’arrivo degli inglesi a Pozzuoli e Bagnoli, già si erano avuti piccoli scontri che rivelarono uno stato d’animo coerente con ciò che sarebbe accaduto da li a poche ore. L’alba del 28 settembre vide una città esplosa, incendiata, dal Vomero a via Chiaia, a Piazza Nazionale, nessuno sapeva cosa esattamente sarebbe successo nell’altra zona della città ma tutti, per spirito di unione, avrebbero fatto la stessa cosa, una giornata sfrenata e travolgente, decine e decine di combattimenti… decine e decine di ragazzini… chi cadeva sotto una granata, chi sotto la mitragliatrice di un carro armato nell’intento di lanciare bombe a mano, tutto accadde senza un piano preciso, senza collegamenti tra un quartiere e l’altro, un’azione andava a beneficiare del successo di un altra. Un gruppo di persone al Moiariello di Capodimonte, riuscì ad impossessarsi di una batteria 37/54, e bloccare per l’intera giornata una colonna di carri Tigre e di auto blindo tedeschi intenti a scendere per la Calata Capodichino, se non fossero stati fermati, i nazisti, ci sarebbe stato un finale ben diverso e molto cruento per la popolazione. I napoletani conquistano il centro, e inducono i soldati a prendere una strada diversa, l’attacco viene fatto a gruppi, a salti, proprio come in una vera guerra, ma si dovettero fermare per un violento uragano che cadde sulla città…… ( fine seconda puntata )

Emanuela Genta

Fine seconda puntata, la prossima domani alle 19.00

129   10171788_277505642414461_853449128_n