Entra nel vivo DecumArt, la rassegna di teatro e musica promossa dalle cooperative En Kai Pan, TCC e Unione Musicisti e Artisti Italiani, con l’obiettivo di diffondere la cultura teatrale e musicale italiana e di promuovere un turismo consapevole e responsabile all’interno del centro storico di Napoli. Giovedì 11 aprile, alle ore 21.00, nella centralissima chiesa di Santa Marta (via San Sebastiano 41), debutterà lo spettacolo La nascita di Pulcinella, di Associazione Teatrale Aisthesis, su drammaturgia di Gennaro Patrone e per la regia di Luca Gatta.

“La nascita di Pulcinella” nasce all’interno della sessione invernale del LICOS (Laboratorio Internazionale di Composizione Scenica) condotto da Luca Gatta presso l’Associazione Kodokan, con giovani allievi attori che lavorano sul recupero della tradizione in una prospettiva trans-culturale.

Lo spettacolo si ispira a leggende popolari e del folklore contadino e alle diverse storie che hanno dato vita a una delle più antiche maschere della Commedia dell’Arte che è poi diventata patrimonio e simbolo di un’intera città. Pulcinella, voluto a tutti costi dalla sua vecchia madre Zeza che, pur di aver un figlio, vende la sua anima al diavolo Farfariello. Un testo che si alternerà tra giochi scenici a lazzi e situazioni comiche. Testo ricco di continue dualità, doppia identità come il bene e il male… il Pulcinella bianco che lotterà con la sua ombra nera tanto da riuscire a staccarsene, grazie al richiamo dell’amore.

“La nascita di Pulcinella” è il primo di tre spettacoli dedicati alla Commedia dell’Arte, prodotti da coop. En Kai Pan e Associazione Teatrale Aisthesis,  e ospitati all’interno della rassegna DecumArt. Si proseguirà con “Le tragicomiche avventure del conte di Cagliostro”, in scena il 2 e il 3 maggio, e “Le ombre di Pulcinella”, ispirato alle commedie di Raffaele Viviani, il 31 maggio e il 1 giugno.

Decumart: torna la Commedia dell’Arte nel Centro storico di Napoli

 “La nascita di Pulcinella”, drammaturgia di Gennaro Patrone, regia di Luca Gatta.

11, 12 e 13 aprile – ore 21.00, Chiesa di Santa Marta, via San Sebastiano 41