2 anni di noi. 8760 giorni vissuti intensamente

Il 21 luglio iocisto compie due anni e festeggerà nell’unico modo in cui le riesce meglio: facendo cultura insieme a quanti hanno creduto e credono ancora che le cose possano nascere e crescere in un modo diverso.
Era il 15 luglio 2014, la chiave entrava nella serratura dei locali di Via Cimarosa, 20, la porta si apriva e il sogno diventava realtà. Solo una settimana prima, l’8 luglio 2014, davanti a un notaio nasceva “iocisto – la libreria di tutti” – Associazione culturale senza scopo di lucro, primo esempio di libreria partecipata.
La differenza è tutta lì, in quelle 5 parole e nello scopo sociale: aprire una libreria.
Il 21 luglio 2014, davanti a oltre mille persone, la prima libreria cittadina di Napoli e d’Italia apriva le sue porte alla città.
Con un solo libro (G.G. Marquez “Cent’anni di solitudine”), con pochi soldi e con una incredibile voglia di realizzare un sogno.
Da allora sono passati due anni. Due anni di passione, accoglienza, due anni in cui centinaia di autori, intellettuali, uomini politici, artisti si sono incontrati, insieme a migliaia di persone, in piazza, tra le mura della libreria, nelle scuole, sulle navi, per portare avanti un progetto di resistenza civile. Per parlare di libri, di diversità, di politica, di diritti violati. Per fare cultura insieme, per combattere intolleranza, potere economico, disparità, nell’unico modo possibile: stando insieme, facendo comunità.
È stato un percorso difficile, con tanti ostacoli, qualche sbaglio ma anche con tanti momenti di grande soddisfazione. Forza d’animo, senso di responsabilità, consapevolezza di essere protagonisti di un progetto importante per la città, hanno fatto sì che gli oltre 1300 soci in due anni, in modi diversi, continuassero a sostenere la libreria e a garantirne la sopravvivenza.
Oggi iocisto è una libreria, con oltre 20.000 volumi a scaffale. Ha un’anima sociale e non commerciale, ha soddisfatto un bisogno e non una necessità economica. Dopo iocisto, soprattutto al Vomero, sono nate e nasceranno nuove librerie ma la libreria cittadina a Napoli e in Italia è solo una.
E, soprattutto per questo, oggi, per continuare a vivere, iocisto ha bisogno del sostegno di tutti, delle istituzioni, degli autori, degli editori, della stampa e soprattutto di tutti i cittadini.
Il 21 luglio a partire dalle 19.00  vi aspettiamo in Piazza Fuga, per ascoltare la bellissima musica di Giovanni Block e del suo secondo album S.P.O.T., per perderci nelle straordinarie voci di Rosaria de Cicco e Lucio Allocca, per parlare di noi, della nostra città, di come è stato possibile compiere questo miracolo a Napoli, di come un sogno può aiutare a vivere meglio la realtà.
Ognuno potrà portare il proprio pensiero, un racconto, una storia.