“Ho trascorso 33 anni e 4 mesi sotto le armi in servizio attivo e per la maggior parte di questi ho fatto il
gorilla per le grandi aziende, per i banchieri, per Wall Street. In breve, sono stato uno scagnozzo della
mafia, un gangster del capitalismo, uno di quelli che ritirano il pizzo. Ho aiutato la United Fruit in Honduras
nel 1903; ho contribuito a ripulire il Nicaragua per la banca d’affari Brown Brothers dal 1902 al
1912. Nel 1914 ho reso il Messico e in particolare Tampico un posto sicuro per i petrolieri americani. Ho
portato la luce nella Repubblica Dominicana per gli interessi delle imprese della canna da zucchero nel
1916. Ho fatto in modo che Cuba e Haiti diventassero un posto accogliente per i ragazzi della National
City Bank, in modo che potessero raccogliere i profitti. Ho contribuito a stuprare una mezza dozzina di
repubbliche centroamericane a beneficio di Wall Street. In Cina, nel 1927, sono stato il cane da guardia
della Standard Oil perché potesse fare i fatti suoi senza essere disturbata.
Ripensando a tutto questo, credo che potrei dare dei consigli ad Al Capone. Il meglio che lui sia riuscito
a fare è stato operare in tre quartieri.
Io l’ho fatto in tre continenti”.

La casa editrice Ad est dell’equatore è lieta di informarvi e invitarvi alla presentazione del libro LA GUERRA è UNA MAFIA del Gen. Smedley Butler. L’evento avrà luogo martedì 17 ottobre presso la libreria UBIK sita in via Benedetto Croce, 28, Napoli ore 18:00. Interverranno: Antonio Del Monaco, Carlo Ziviello e Francesco Dall’Aglio.