GERMANIA – ITALIA 1-1 7-6 dcr

A Bordeaux un’ottima Italia tiene testa ai Campioni del mondo e si arrende soltanto ai calci di rigore.
Buona la partenza degli azzurri che pressano alto e sorprendono i tedeschi. Ritmo intenso ma poche conclusioni verso la porta nel primo tempo; il brivido più grande lo corrono i ragazzi di Low che proprio in chiusura di prima frazione per poco non subiscono il gol su tiro da fuori di Sturaro. Ripresa con la Germania che entra più convinta e decisa a sbloccare; ed arriva il gol con Ozil che brucia la difesa azzurra e fa secco Buffon dopo una bella giocata sulla sinistra di Hector. L’Italia accusa il colpo e solo un miracolo del solito Buffon evita il raddoppio tedesco; Chiellini per anticipare Mario Gomez per poco non fa autogol. In soccorso alla nazionale di Conte arriva una scellerata scelta di Jerome Boateng che su calcio da fermo svetta nella propria area di rigore con le braccia alte e lontane dal corpo, toccando il pallone conteso a Chiellini: rigore, nessun dubbio. Dal dischetto Bonucci è freddo e porta in parità l’incontro. Prima del fischio finale un paio di tiri imprecisi degli azzurri, ma niente di rilevante; ci sono i supplementari ma la stanchezza non aiuta lo spettacolo e se si eccettua una girata da parte del più fresco, Draxler, che spreca anche un contropiede pericoloso, non accade nulla.

germania - italia

Ai rigori molti errori, Zaza spara alle stelle, Pellè calcia debolmente fuori, Bonucci stavolta è ipnotizzato da Neuer. Schweinsteiger ha l’occasione per chiuderla ma calcia alto; si va ad oltranza e quando tocca a Darmian il portierone tedesco para mentre Hector non sbaglia e manda i suoi in semifinale. Dove attendono la vincente tra Francia ed Islanda. Conte e i suoi ragazzi tornano invece a casa ma a testa alta: Europei finiti!

A proposito dell'autore

Marco Silva

Post correlati