Nonostante l’emergenza COVID, la Campania ha ospitato importanti produzioni, un grande cinema italiano nelle prestigiose location del territorio regionale con i nuovi film di Paolo Sorrentino, Mario Martone, Roberto Andò, Michele Placido, Sergio Rubini, Alessandro Gassmann. La serialità internazionale made in Campania, tanti documentari e programmi tv di valorizzazione turistica. 

A gennaio 2021 partono le riprese del nuovo film di Vincenzo Salemme e tornano anche Sergio Rubini con “I Fratelli De Filippo”, il terzo capitolo de “L’amica geniale” e l’ultima stagione di “Gomorra La serie”.

I più grandi registi del cinema italiano Paolo Sorrentino, Mario
Martone, Roberto Andò, Michele Placido, Sergio Rubini, Alessandro Gassmann, le serie tv più attese, da “L’amica geniale” a “Gomorra” alla nuova creatura di The Jackal “Generazione 56k”, insieme con numerosi documentari di qualità e programmi televisivi di livello internazionale e valorizzazione turistica come la docu-serie ‘culinaria’ di Stanley Tucci per la CNN, per un totale di oltre quaranta produzioni attivate in Campania: è il 2020 della Film Commission Regione Campania che si chiude con numeri importanti anche in un anno fortemente compromesso dagli eventi. La Fondazione della Regione Campania, presieduta da Titta Fiore e diretta da Maurizio Gemma, non ha mai interrotto la sua azione di sostegno istituzionale e supporto logistico alle grandi produzioni realizzate sul territorio e ha posto le basi per i nuovi allestimenti in programma nel 2021, come il nuovo film di Vincenzo Salemme, “Con tutto il cuore”, in partenza a gennaio 2021. Un obiettivo raggiunto grazie anche al lavoro di organizzazione e coordinamento per l’effettuazione di test gratuiti anti-covid alle troupe e ai cast con quasi 20.000 tamponi eseguiti dall’Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno di Portici e il CEINGE (Centro di ricerca dell’Università Federico II di Napoli). La procedura è stata attivata con una delibera ad hoc della Regione Campania, unica Regione in Italia, proprio per permettere la ripresa dei set cinematografici e televisivi dopo il brusco stop di inizio anno. Per questo periodo, inoltre, la Regione con il Piano Cinema 2020, attuato in deroga in ragione della crisi pandemica, ha rivolto un contributo una tantum ai lavoratori dell’audiovisivo campani.

Siamo orgogliosi che il gotha del cinema italiano abbia scelto,
anche per il 2020, la Campania come set privilegiato per i nuovi e più attesi film della prossima stagione – dichiara Titta Fiore – e che prosegua con successo la produzione territoriale di importanti serie tv italiane di fama internazionale. La Campania si conferma meta d’eccezione per i grandi maestri del nostro cinema, sia per il fascino delle ambientazioni, di bellezza indiscussa, sia per i contenuti legati a un’antica e solida tradizione artistica ma capaci di modellarsi con creatività sulle suggestioni del contemporaneo. È stato fatto un grande lavoro per supportare le nuove necessità e i cambiamenti richiesti dalla realtà di un anno difficile. Siamo pronti ad affrontare con entusiasmo i progetti che ci aspettano nel 2021”.

“Il 2020 è stato un anno di svolta nell’attività della FCRC _-
spiega Maurizio Gemma – che ha visto consolidare competenze e prestigio in un periodo particolarmente difficile. Abbiamo risposto rapidamente ed efficacemente alle sfide di nuovi progetti, ma anche alle contingenze e ai nuovi scenari che si sono presentati a partire dal mese di marzo e, malgrado la complessità del periodo e contrariamente alle previsioni negative, nel corso del 2020 si è confermato un numero di film e serie televisive realizzati in Campania in linea con le annualità precedenti. La sfida del 2021 sarà consolidare il comparto locale, accrescere ulteriormente le competenze professionali e sostenere la capacità produttiva delle imprese campane, sfruttando al meglio gli strumenti che si prospettano per uscire dalla crisi come opportunità concreta di sviluppo”.

https://fcrc.it