La seconda edizione della rassegna teatrale “Classico contemporaneo” che si svolge nel chiostro del complesso di San Domenico Maggiore, dal 17 al 30 agosto, si è aperta con “Dai cortili alle corti” un’ originale rappresentazione basata su “Lo cunto de li cunti” di G. B. Basile, con la regia di Nico Mucci, ha poi continuato il 18 con “Matrimoni” tratto da “Scherzi” di Chekov, per la regia di Gigi Savoia. Ha proseguito venerdì 19 agosto con “Shakespeare’s tea”, rassegna di monologhi, dialoghi e poesie tra i più significativi del più grande drammaturgo della storia. La regia è di Fabio Pisano, il 20 è stata la volta di L’Isistrata per la regia di Antonio Gargiulo. Stasera si vedrà in scena “Lei, Kurt Weil”, Una cartella sulle figure femminili dell’indiscusso maestro dell’espressionismo la regia è di Mario Bauduin.

Simona Caruso