È approdato giovedì 23 con replica venerdì 24 gennaio al Teatro Augusteo di Napoli,  Peppe Iodice, con lo spettacolo “Jody Beach Party”, di Lello Marangio e dello stesso Peppe Iodice.

Lo spettacolo si ispira a quello di Lorenzo Jovanotti il “Jova Beach Party” che è stato in tourneè l’estate scorsa per i vari lidi e spiagge della penisola. Come nello spettacolo del cantante, anche Peppe Iodice celebra il matrimonio di una giovane coppia avendo ottenuto la delega dal sindaco di Cardito, paese d’origine degli sposi. Ma qui è dove si fermano le similitudini con lo show del cantante piemontese. Il palcoscenico del teatro Augusteo si è trasformato, per l’occasione in una spiaggia con tanto di cabine, falò e mare con palmizi.



Lo spettacolo alterna i monologhi dissacranti e pungenti del comico partenopeo, spalleggiato abilmente da
Francesco Mastandrea, anche regista dello spettacolo, Decibel Bellini e i Los Lobos, a momenti musicali con gli interventi di ospiti del calibro di Clementino, Franco Ricciardi, Rosario Miraggio e Andrea Sannino, tanto per citarne alcuni. Non ci sono argomenti che si salvano con Iodice. Niente è al sicuro, nulla è sacro: così i suoi monologhi spaziano dalla morte, oggetto dell’attenzione del comico in apertura di serata, agli artisti famosi in età pensionabile, al matrimonio, ai figli e così via, non esiste tabù che l’esilarante artista non riesca a dissacrare.   

“ è facile fare il party sulla spiaggia in estate, il difficile è fare un party estivo in teatro in inverno. Cosa importa se sognavi Puertorico o San Felice al Circeo, se restiamo insieme sembra un paradiso anche il teatro Augusteo”, commenta lo stesso comico in un comunicato. “Per dirigere un artista imprevedibile come Peppe Iodice, a mio parere, non bisogna preoccuparsi di un taglio registico per delineare la sua recitazione, bisogna piuttosto costruire una macchina intorno al suo estro, capace di innescarlo quante più volte possibile, e generare quella dote innata che neanche lui riesce a controllare completamente e che lo rende un artista strepitoso” spiega invece Il regista.

Dal ritmo serrato e attraverso una mimica corporea macchiettistica, degna della migliore tradizione partenopea, la performance del comico partenopeo è imprevedibile ed incontenibile e di sicuro riserverà ancora molte sorprese nelle repliche successive. Uno spettacolo da non perdere che divertirà dalla prima all’ultima battuta.

Lo spettacolo è prodotto da Claudio Malfi, con la regia di Francesco Mastandrea.

TEATRO AUGUSTEO

P.tta duca d’Aosta 263 – Tel. 081414243 – 405660 – Fax 400045

http://m.teatroaugusteo.it  

Venerdì 24 gennaio 2020 alle ore 21:00

Peppe Iodice in

“Jodie Beach Party”