Ischia, la meravigliosa isola verde, negli ultimi anni raccoglie sempre maggior successo nella scelta delle vacanze dei turisti da tutto il mondo. A fare unica questa isola, oltre la varietà di spiagge, il mare cristallino, l’ottima enogastronomia e molto altro sono senza alcun dubbio i parchi termali. Infatti, sono la tappa giusta per chi è alla ricerca di nuove esperienze sensoriali con percorsi di ogni genere che vanno dalle cascate cervicali alle passeggiate a piedi nudi sui ciottoli immersi nelle acque termali, i trattamenti estetici per donare momenti di relax e aumentare il benessere psicofisico.

I Parchi termali: le origini

Un grande motivo di orgoglio per l’isola d’Ischia sono i parchi termali che hanno un’origine antichissima.  Conosciute fin dall’antica Roma le terme ischitane risultano essere il fiore all’occhiello delle terme italiane e migliaia di turisti provenienti da tutto il mondo ogni anno approfittano delle proprietà benefiche delle acque termali, per donare giovamento sia alle vie respiratorie che alla pelle.

Ad approfittare di queste acque sono stati anche personaggi illustri come: Toscanini, Cavour e Garibaldi.

Consigliamo, prima di intraprendere questi percorsi termali, di fare un consulto dal proprio medico curante, in quanto la condizione fisica influisce sul tipo di trattamento da consigliare in base al vostro stato di salute.

I Tipi di percorsi termali

Il bagno di vapore o bagno turco è il primo trattamento che di norma viene consigliato e consiste nello stare chiusi in un ambiente con un’umidità relativa che si attesta intorno al 100% e con una temperatura che varia tra i 40° C ed i 60°C. Questi fattori risultano essere di fondamentale importanza in quanto il calore unito all’umidità generata dall’acqua solfurea ripuliscono i pori della nostra pelle, ed amplificano i risultati per i successivi percorsi benefici. Il secondo step che di norma viene consigliato nelle strutture termali è l’utilizzo della sauna finlandese, che si differenzia dal bagno turco per la sua umidità ridotta, infatti l’umidità massima della sauna finlandese si attesta intorno al 20%. Questo percorso è altrettanto utile perché favorisce una sudorazione accentuata consentendo al nostro corpo di scaricare tossine. Non consigliamo di sostare tanto tempo in quest’ambiente, però è possibile effettuare più di una seduta durante l’arco della giornata. Al termine di questi percorsi la rosa di attività è molto ampia, infatti si può scegliere tra docce cervicali, bagni emozionali oppure rilassarsi nelle varie piscine presenti nei tanti parchi termali ischitani.

A metà fra un bagno turco ed una sauna troviamo la biosauna, la differenza sostanziale è che nella biosauna i vapori vengono trattati ed aromatizzati con erbe naturali aromatiche. L’umidità relativa si aggira tra il 65% ed il 70% e la tenperatura non supera di norma i 50°C. I benefici che si conseguono con questo tipo di trattamento sono visibili fin dalle prime sedute.

Queste attività sulla bellissima isola d’Ischia, sono presenti oltre che nei parchi termali, anche in diverse strutture alberghiere. Tra i parchi più rinomati ne ricordiamo alcuni più famosi: il Parco Trmale Castiglione, I Giardini Poseidon, Il Parco Negombo, il Parco Termale Tropica e le Terme millenarie di Cavascura ai Maronti.

Tra i più importanti, sicuramente annoveriamo il Poseidon il quale negli ultimi anni ha acquisito una grossa clientela proveniente da tutto il mondo grazie alla variegata offerta sui trattamenti.