Angelo Vassallo, sindaco di Pollica, venne trucidato sette anni fa con 9 colpi di pistola mentre tornava a casa. Oggi 5 settembre, è l’anniversario della sua morte, e sono state indette iniziative in tutto il paese per ricordare il sindaco che lottava per la legalità. “Da sette anni – racconta Dario Vassallo, presidente della Fondazione Angelo Vassallo Sindaco Pescatore – siamo alla ricerca della verità. Essa si cerca in collaborazione con gli investigatori ed il nostro compito è quello di scuotere le coscienze umane e di una certa politica che in questi anni si è comportata come coloro che sanno e non parlano, coloro che hanno visto ma non ricordano, senza sapere che si sono resi complici di un delitto perché, come abbiamo spesso ripetuto, quando si uccide un sindaco si uccide lo Stato.” Quest’anno la “Festa della Speranza”, l’evento annuale che ricorda l’assassinio del sindaco, organizzato dalla fondazione, si svolgerà in Veneto: il tema della commemorazione sara’ “Bellezza, mare e territorio”, e si svolgerà alle ore 21.00 presso il Centro Congressi di Rosolina Mare (Rovigo).

Da quel terribile giorno di sette anni fa è nata, grazie alla fondazione, una rete di persone ed associazioni che condividono i valori di Angelo Vassallo impegnandosi ogni giorno per il bene comune dei territori promuovendo la cultura della legalità e del rispetto dell’ambiente in particolar modo tra i giovani e nella comunità. “Una rete partecipata ed integrata – spiega Dario Vassallo – si costruisce e cresce attraverso tanti momenti di condivisione”.
L’Associazione Battiti di Pesca, interessata alla promozione, tutela e valorizzazione della pesca, ha promosso la pubblicazione di un lavoro grafico dedicato al Sindaco Pescatore e realizzato da Gianluigi Tedesco che verrà pubblicato sulla rivista nazionale Pescare Mare del mese di settembre in distribuzione su tutto il territorio italiano.

simona caruso