Rappresentate il punto di forza della Campania“. Con queste parole il governatore Vincenzo De Luca si è rivolto alle sessantasei aziende campane premiate nella giornata di ieri all’Auditorium della Regione Campania in occasione della terza edizione di “Industria Felix”. Assieme ad Antonio Marchiello, assessore alle Attività produttive e alla Ricerca scientifica ha,poi, lanciato un bando da 91 milioni di euro per le imprese che fanno investimenti da 500 mila a 3 milioni di euro, aiutando a coprire il 20% dei costi delle grandi imprese, il 30% degli investimenti delle medie, il 35% di quelli delle piccole, tramite un contributo a fondo perduto e garanzie bancarie.

Abbiamo dimostrato di sapere reggere, credo che siamo in grado di vincere le sfide del futuro per fare in modo che i giovani non vadano fuori dalla regione per poter vivere: ne abbiamo persi negli ultimi dieci anni 150 mila“, ha sottolineato De Luca dal palco, da dove ha lanciato due proposte, definendole “prioritarie” per il futuro economico dell’intero Mezzogiorno: la detassazione degli utili delle imprese finalizzati a nuovi investimenti con semplificazione delle procedure amministrative e un piano occupazionale per 300 mila giovani nella pubblica amministrazione, volano dell’occupazione e della crescita. Durante la cerimonia, moderata dai giornalisti Angelo Mellone e Maria Soave, sono intervenuti Vito Grassi e Filippo Liverini, presidente e vicepresidente di Confindustria Campania, Roberto Mancini per Cerved, Riccardo Realfonzo, Aniello Cimitile per la Regione Campania, Michele Orlando e Marco Gabbiani per l’Investment banking di Banca Mediolanum, Michele Chieffi per Sustainable Development, Matteo Cassa per il FundCredit, Lorenzo Iacobbi per l’omonimo studio legale, Cesare Pozzi per l’Università Luiss-Guido Carli e Carlo Palmieri, vicepresidente del Sistema Moda Italia. Dalla loro sinergia d’intenti nasce “La Campania che compete“, organizzato dal trimestrale Industria Felix Magazine, diretto da Michele Montemurro.

Cerchiamo di affrontare una delle criticità che hanno le industrie della nostra Regione, il costo del denaro“, ha spiegato De Luca. “Un investimento importante, quasi cento milioni di euro che serviranno a rilanciare gli investimenti in Campania“.