Sono stati individuati i componenti della baby gang che lo scorso 8 dicembre avevano aggredito e accoltellato un ragazzino di 14 anni nel parcheggio del centro commerciale Vulcano Buono, a Nola. Grazie alle telecamere di videosorveglianza che si trovano nella zona in cui è avvenuta l’aggressione, le forze dell’ordine sono riuscite a risalire alla banda. Lo ha reso noto la stessa società “Vulcano Spa”, che esprime ”un plauso e un ringraziamento alle forze dell’ordine per la rapida individuazione dei responsabili dell’aggressione”.

”Siamo particolarmente grati all’Arma dei Carabinieri – ha commentato Gian Marco Nicelli, ad della società “Vulcano Spa” –  l’impegno e il brillante lavoro investigativo e, al contempo, siamo soddisfatti del risultato degli importanti investimenti tecnologici realizzati sul fronte della videosorveglianza, a cui ne seguiranno di ulteriori già previsti, con l’obiettivo prioritario di assicurare la sempre maggiore sicurezza agli oltre 6,5 milioni di visitatori nel nostro Centro”.

La vittima la sera dell’aggressione si trovava presso il centro commerciale, quando una quindicina di ragazzi gli si sono avvicinati e hanno iniziato a infastidirlo e poi sono passati alle mani. Lo hanno accerchiato e, armati di manganelli e coltelli, lo hanno ferito all’addome. Trasferito all’ospedale Cardarelli di Napoli, il ragazzino è stato sottoposto a un’operazione chirurgica.