Saranno 250 i cittadini di Pozzuoli che parteciperanno all’indagine nazionale promossa dal ministero della Salute in collaborazione con l’Istat. Con l’obiettivo di verificare la siero-prevalenza della popolazione, ovvero se e quante persone sono entrate in contatto con il coronavirus e in che stato si trova la reale circolazione dell’infezione virale, l’indagine verrà avviata alla fine di maggio, con i test sierologici, compiuti attraverso un prelievo venoso, saranno effettuati dalla Croce Rossa Italiana, che contatterà individualmente e telefonicamente i cittadini selezionati dall’Istat, illustrando le finalità del progetto e verificando la singola disponibilità.

A Pozzuoli le giornate dedicate ai prelievi saranno il 30 e il 31 maggio nella sede della CRri al Rione Toiano. Il protocollo operativo prevede che gli operatori della Croce Rossa fisseranno un appuntamento con la persona selezionata e nel caso ci sia una impossibilità a raggiungere la sede, concorderanno il prelievo al domicilio dell’interessato. Il ministero ha sottolineato che tutti i dati personali saranno trattati elettronicamente con criteri che ne assicurino la riservatezza, la protezione e la sicurezza.