A Villa Pignatelli, l’appuntamento è alle 10.30 con PASSIONE LETTURA: in occasione dell’iniziativa nazionale Letture furiose organizzata dal Centro per il Libro e la Lettura (CEPELL) e dall’Associazione degli Italianisti (ADI, Università e Scuola), in collaborazione con l’Università di Napoli “Federico II”, Facoltà di Lettere e Filosofia e con il Premio Napoli, Matteo Palumbo e Giancarlo Alfano dialogano sull’andirivieni degli eroi ariosteschi, Andrea Mazzucchi discute le illustrazioni antiche del Furioso e l’attrice Sonia Bergamasco, madrina del Festival di Venezia 2016, in collegamento video, attraverserà le ottave del poema.

A seguire, alle ore 18.30 CINEFORUM SULLE PASSIONI con il film “Passion” (1982) di Jean-Luc Godard.

“Con Passion – scrive Il critico Alberto Castellano – Jean-Luc Godard parla con la sua solita vocazione sperimentale di varie passioni: quella per il cinema sul cinema, quella per la pittura, quella per la musica, quella amorosa. Un regista polacco è in Svizzera con la sua troupe per girare un film incentrato su “Tableaux vivants” che riproducono le opere di famosi pittori ed è attratto contemporaneamente da due donne: la Huppert, una balbuziente operaia, e la Schygulla, la padrona dell’albergo”.

Alle ore 20,30 LETTURE IN CASA (su prenotazione +39 3391144572), MIX di PASSIONI, performance del gruppo Colibrì.

 Sonia Bergamasco (in collegamento video)

Nata a Milano nel 1966 è una delle attrici italiane contemporanee più versatili. Musicista e poetessa, diplomata in pianoforte presso il Conservatorio “Giuseppe Verdi” ed in recitazione presso la Scuola del “Piccolo Teatro”, dopo il debutto nell’Arlecchino servitore di due padroni di Giorgio Strehler ha lavorato nel Pinocchio di Carmelo Bene e con registi quali Theodoros Terzopoulos, Massimo Castri e Glauco Mauri, in teatro, e Silvio Soldini, Giuseppe Bertolucci, Liliana Cavani, Marco Tullio Giordana e Bernardo Bertolucci, al cinema. Nel 2016 viene scelta come madrina della 73ª mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia.