Hanno lavorato per tutta la notte tecnici e vigili del fuoco, per liberare i binari dai mezzi incidentati e consentire così questa mattina la parziale riapertura della tratta, Colli Aminei Dante e viceversa dalle ore 7:00, con pesanti ripercussioni sulla viabilità cittadina per tutta la giornata odierna. Due treni della linea della metropolitana di Napoli, ieri intorno alle 7 si sono scontrati appena fuori dalla stazione Piscinola.

“L’incidente è di per se un fatto gravissimo, che sembrerebbe aver creato gravi danni ai mezzi coinvolti ma fortunatamente non ai viaggiatori ed al personale ANM – spiega il presidente della commissione Trasporti del Comune di Napoli, Nino Simeone -. Ho constatato personalmente l’immediatezza degli interventi da parte di tutti i soggetti preposti e delle forze dell’ordine, che ringrazio. Sono in atto tutte le verifiche necessarie dell’azienda e della magistratura e siamo in attesa di conoscerne gli esiti. Mi auguro – conclude Simeone – che nessuno strumentalizzi questo episodio, seppur grave, e il mio pensiero va innanzitutto ai passeggeri che hanno vissuto questa bruttissima esperienza, al personale coinvolto nell’incidente ed ai tanti lavoratori del comparto Metro di ANM, dai quali mi aspetto, per competenze e capacità professionali, l’ennesimo sforzo per rimettere in esercizio i treni necessari a garantire alla città di Napoli il fondamentale servizio della metropolitana”.

Il bilancio definitivo delle persone ferite coinvolte, stilato dal direttore generale dell’Asl Ciro Verdoliva, racconta di passeggeri trasportati all’ospedale Cardarelli. Si tratta di un macchinista con trauma toracico, l’altro con trauma cervicale e poi i passeggeri: 1 con problema lombo-sacrale, 1 con sospetta frattura arto inferiore, 1 con trauma alla mano. Sul posto ieri è stato allestito un “posto medico avanzato” del Servizio 118 Napoli 1 Centro che ha prestato le prime cure ad altri feriti e curati sul posto 12 feriti leggeri per i quali non si è reso necessario il ricovero in Pronto Soccorso. Le operazioni di soccorso sono state coordinate dal dr. Giuseppe Galano in qualità di Direttore Servizio 118 ASL Napoli 1 Centro e Referente Sanitario Regionale per le maxi emergenza.