Continuano a bruciare i rifiuti tritovagliati che si trovano all’interno del capannone dello Stir di Casalduni, nel beneventano. La situazione è comunque tenuta monitorata dai vigili del fuoco, che da ore si trovano nello stabilimento andato in fiamme. Si indaga per capire l’origine di questo incendio, l’ultimo in ordine di tempo nello stabilimento. Si tratta infatti del terzo episodio dopo quello del 23 agosto 2018 e quello, più recente, del 16 agosto scorso.

Preoccupazione è stata espressa dal Presidente della Provincia di Benevento, Antonio Di Maria, a proposito dell’ennesimo incendio scoppiato nella scorsa notte.  “Sono stato contattato telefonicamente poco dopo l’una del mattino ed informato delle fiamme che hanno avvolto una notevole quantità di rifiuti tritovagliati all’interno di un capannone dello Stir –racconta Di Maria. All’una e trenta ero sul posto e, purtroppo, mi sono trovato al cospetto di una scena sconfortante: le fiamme gettavano una luce sinistra su tutte le attività poste in essere e su quelle programmate per la ripresa produttiva dell’impianto’’. Non è il primo episodio che interessa lo stir di Casalduni.

All’interno dell’impianto gli addetti ai lavori tengono le mascherine sul volto per coprire naso e bocca. Dal deposito di trattamento dei rifiuti, che stanotte è andato a fuoco intono all’una, esce ancora fumo.

A proposito dell'autore

Barbara Caputo

Post correlati