L’incendio scoppiato in una cabina elettrica dell’Alta Velocità a Firenze sta provocando conseguenze pesantissime alla circolazione ferroviaria nei convogli provenienti da Nord e da Sud della penisola, con ritardi fino a 3 ore. L’Italia è di fatto spaccata in due, per un incendio di cui non si conosce l’origine con esattezza, ma per il quale non si esclude il dolo. Il traffico ferroviario è da poco ripreso nel nodo di Firenze dove è stato spento un rogo ad un tombino e ad una cabina dell’impianto di alimentazione a Campo di Marte, alla periferia della città.
Dalle 5 di questa mattina e fino a pochi istanti fa la circolazione ferroviaria fra Rovezzano e Firenze Campo Marte sulle linee Direttissima e convenzionale fra Roma e Firenze è rimasta sospesa, per consentire accertamenti dell’Autorità Giudiziaria. Pesantissime le conseguenze per le prossime ore nei collegamenti con Roma, Napoli e tutto il sud Italia. Rfi, che ne ha dato tempestivamente notizia, spiega che “è in corso la riprogrammazione del traffico ferroviario”. L’allarme è scattato dopo la segnalazione di un macchinista di un treno merci che ha notato il fumo e sul posto sono intervenuti vigili del fuoco, Polfer, Digos e polizia scientifica per effettuare i rilievi necessari.

A proposito dell'autore

Barbara Caputo

Post correlati