E’ stato differito per un anno dalla sua attività di impresa Giuseppe Di Gennaro, amministratore delegato della societàDi Gennaro Spa”, che opera nel settore dei rifiuti solidi urbani, facente parte di diversi consorzi di filiera. Lo ha stabilito il Gip del Tribunale di Napoli Nord. Nel piazzale della società di Di Gennaro, ubicata nel comune di Caivano, tra le province di Napoli e Caserta, a luglio 2018 si sviluppò un grosso incendio di materiale stoccato, in attesa di completare il ciclo dei rifiuti. L’accusa nei confronti dell’amministratore delegato è di incendio colposo. 


Il rogo distrusse carta, plastiche, residui di legno insieme ad altro materiale e il fumo sprigionato, nero e denso, era visibile anche a molti chilometri di distanza. Nel tentativo vano di spegnere l’incendio, un operaio cingalese rimase intossicato. Prima dell’incendio era stata effettuata una verifica all’interno dell’azienda, durante la quale erano state impartite precise disposizioni in materia ambientale, tese proprio a scongiurare i pericoli d’incendio. L’indagine, coordinata dalla Procura di Napoli Nord, con a capo Francesco Greco, è stata portata avanti dai carabinieri del Nucleo investigativo di Polizia ambientale, Agroalimentare e Forestale del gruppo carabinieri di Napoli e della tenenza di Caivano.