Dopo giorni di crescita costante ma contenuta, in provincia di Caserta il Coronavirus torna a far paura. La terza provincia campana per numero di contagi, ha visto così una nuova impennata di contagi, con un aumento di undici casi che fa salire a 197 i pazienti positivi, rispetto ai 186 di sabato. Tra questi anche un ragazzo di appena 15 anni residente a Maddaloni e un carabiniere. E proprio nei giorni scorsi i sindacati delle forze dell’ordine hanno diramato una nota congiunta, con la quale chiedevano al governo che tutti gli agenti venissero sottoposti a tampone. Il militare, di 24 anni, è il primo caso di contagio che si registra a Sessa Aurunca. L’uomo presta servizio a Torino. Il sindaco Silvio Sasso ha rassicurato la cittadinanza spiegando che il giovane era già in isolamento da quando, dodici giorni fa, aveva fatto rientro a casa.


Nelle ultime ore nel casertano si sono registrati 2 nuovi decessi, che fanno salire così a 18 il numero dei morti: si tratta di un 70enne di Teano che era ricoverato in terapia intensiva al Covid-Hospital di Maddaloni da diversi giorni; e di un cittadino di San Cipriano d’Aversa che prima di contrarre il Coronavirus era stato ricoverato presso una struttura sanitaria di Castel Morrone.