Si è svolta ieri pomeriggio in Prefettura a Napoli una riunione inerente la problematica concernente la gestione dei flussi di passeggeri da e per le isole del golfo. All’incontro, presieduto dal prefetto Marco Valentini, il presidente della commissione urbanistica, Lavori pubblici e Trasporti della Regione Campania, dei direttori generali delle ASL Napoli 1 e 2, dei sindaci di Ischia, Capri e Procida, del presidente dell’Autorità portuale, dei rappresentanti delle forze dell’ordine, della capitaneria di porto e delle compagnie di navigazione. Lo ha reso noto la Prefettura di Napoli

Allo scopo di scongiurare un non ordinato afflusso di turisti e viaggiatori presso le banchine e in prossimità dei luoghi di imbarco e di assicurare il rispetto delle disposizioni normative per contrastare l’emergenza epidemiologica da Covid-19, è stata discussa l’opportunità di incrementare il ricorso alla bigliettazione andata-ritorno” spiegano con una nota dalla Prefettura di Napoli.

Verranno analizzati i dati degli ultimi due fine settimana, relativi alle vendita di tale tipologia di biglietti, valutando se necessario apposite campagne informative per la clientela, a cura delle società di navigazione. La Regione Campania organizzerà un tavolo tecnico con i sindaci dei Comuni interessati, le capitanerie di Porto e le compagnie di navigazione per la valutazione in ordine alla rimodulazione degli orari delle corse di traghetti e degli aliscafi, evitando, ove possibile, sovrapposizioni e duplicazioni in alcuni orari dei fine settimana e per la programmazione di corse occasionali”.

Su disposizione del Prefetto verranno intensificati i controlli da parte delle Forze dell’ordine e della Capitaneria di Porto, mentre i sindaci delle isole del golfo dovranno assicurare la vigilanza delle polizie locali e predisporre aree di attesa e parcheggio opportunamente distanziate dalle zone di imbarco e di sbarco.