Vi raccontiamo la linea etrusca che collega il MANN, Villa Giulia e il Museo Civico Archeologico di Bologna, anche con una convenzione

Dal primo agosto, chi si troverà a viaggiare tra Napoli, Roma e Bologna, potrà ammirare tre dei musei più importanti d’Italia a un prezzo ridotto e, cosa più importante, ritrovare le orme degli Etruschi attraverso le opere in essi esposte. I tre musei che hanno dato vita a questa collaborazione sono: il Museo Civico Archeologico di Bologna, il Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia, a Roma, e il Museo Archeologico Nazionale di Napoli. Questo percorso ideale è reso possibile dalle esposizioni in corso al museo bolognese, che fino al 29 novembre ospita la mostra temporanea ‘Etruschi. Viaggio nelle terre dei Rasna’ (questo era il nome che gli Etruschi usavano per chiamarsi tra loro ), e al museo napoletano, dov’è in corso l’esposizione ‘Il MANN e gli Etruschi’. Oltre alle due mostre temporanee sopra citate, in questo ideale percorso in compagnia del popolo Rasna è inserito il Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia. Le tre istituzioni hanno stipulato una convenzione che permetterà ai visitatori di risparmiare sul biglietto d’ingresso presentando i ticket dei tre musei: a Bologna il costo scende da 14 a 10 euro, a Villa Giulia da 10 a 7 euro e al MANN da 10 a 8 euro. Per quanto riguarda il museo napoletano va detto che la mostra sugli Etruschi durerà fino a maggio 2021 e che rappresenta una sorta di anteprima su ciò che si vedrà nell’esposizione permanente dedicata a questo popolo, che il Museo Archeologico Nazionale di Napoli sta allestendo al terzo piano. Il legame tra il MANN e Villa Giulia è ben rappresentato anche dal prestito eccellente che il museo romano ha concesso per la mostra ‘Il MANN e gli Etruschi’, ovvero il corredo della ‘Tomba Bernardini di Palestrina’, che dialoga idealmente con la vicina ‘Tomba Artiaco’ di Cuma. L’esposizione temporanea del museo napoletano consente la visione di oltre 600 pezzi, 200 dei quali mai esposti. Ma di tutto ciò e della sua importanza abbiamo largamente parlato nell’articolo che trovate a questo link https://www.napoliflash24.it/il-ritorno-del-mann-inizia-dagli-etruschi/

Tornando, invece, all’ideale percorso che collega i tre musei italiani, bisogna pensare che gli Etruschi hanno dominato la nostra penisola dal Vesuvio alla pianura padana, e la fertilità delle terre in cui abitarono, secondo una leggenda attirò i Galli fino a far loro raggiungere e saccheggiare Roma. Di fatto a tutti è nota la fertilità di questi territori, ma a ciò bisogna aggiungere che gli Etruschi, dominando queste terre, entrarono in contatto con molte altre civiltà mediterranee con cui avevano scambi commerciali e da cui importavano merci quali spezie, profumi, stoffe preziose e avori pregiati. Percorrere questo ideale itinerario turistico-culturale da Bologna a Napoli passando per Roma, può essere un modo affascinante per conoscere bene questa antica popolazione che abitò la nostra penisola, visitando anche tre delle più belle città d’arte d’Italia, facilmente raggiungibili tra loro anche con i treni ad alta velocità.