Palazzo San Giacomo assume circa mille persone a partire da fine anno: la decisione definitiva arriverà con l’approvazione del bilancio, che nelle ultime settimane ha imboccato una strada decisamente in salita, con il sindaco Luigi De Magistris ormai senza una maggioranza. È stata approvata ieri in Giunta e firmata dal Vicesindaco e Assessore al Personale, Enrico Panini, la delibera di approvazione del Piano di fabbisogno del personale per gli anni 2020, 2021 e 2022, che prevede nuova forza lavoro.

La Giunta de Magistris – ha dichiarato Paninipianifica e approva, dunque, il fabbisogno del personale tra assunzioni a tempo indeterminato e determinato per gli anni 2020, 2021 e 2022. In attesa che venga approvato dal Consiglio comunale il Bilancio preventivo 2020, la Giunta ha predisposto tutti gli atti da inviare a Roma per il vaglio da parte della competente commissione che dovrà autorizzare le assunzioni. L’urgenza è motivata dal fatto che le assunzioni 2020 andranno fatte entro il 31 dicembre, mentre per quelle riferite al 2021 bisogna predisporre gli atti. La Commissione ministeriale esaminerà le nostre decisioni ma solo l’approvazione del Bilancio 2020 le renderà definitive. Pertanto, nella seduta odierna, la Giunta ha approvato la Delibera sul fabbisogno che prevede, per il triennio 2020 – 2022, nuove assunzioni, stabilizzazioni, progressioni verticali e proroghe di contratti già stipulati”. 

In particolare sono previste 1.130 assunzioni a tempo indeterminato: • 279 unità nel 2020 • 819 unità nel 2021 • 32 unità nel 2022

179 assunzioni a tempo determinato: • 78 assunzioni nel 2020 • 101 assunzioni nel 2021 Nel dettaglio per i contratti a tempo indeterminato: anno 2020: – stabilizzazione di 275 LSU ancora nel bacino. Si aggiungono ai 200 LSU stabilizzati lo scorso anno. Napoli chiude definitivamente il capitolo relativo a questo precariato storico; – reclutamento mediante ricorso alla mobilità di 3 istruttori direttivi/funzionari di area tecnica e di 1 istruttore direttivo/funzionario avvocato; anno 2021: – assunzione di 485 unità di personale mediante il corso-concorso Ripam; – assunzione, mediante concorso, di 21 unita’ suddivisi tra tra istruttori/direttori scolastici, agronomi e avvocati; – 285 progressioni verticali riservate al personale già assunto; – assunzione di 60 dirigenti tramite concorso (una parte slitta al 2022). Il dettaglio per il tempo determinato: – Area educativa: nel 2020, l’assunzione di altre 77 unità (di cui almeno n. 44 maestre per il sostegno) e la proroga di 56 contratti già stipulati (scadenza 31/12/2020) fino al 30 giugno 2021, – Area della dirigenza: proroga di ulteriori 6 mesi dei 41 contratti dei Dirigenti dei Servizi a tempo determinato; – Area della cura del verde pubblico: proroga di 4 contratti per agronomi.