Nulla di fatto ieri per il Superenalotto. Non è stata centrata, infatti, la sestina vincente così il jackpot ha raggiunto cifra da capogiro di 205,4 milioni di euro, superando abbondantemente il precedente primato che apparteneva ai 177,7 milioni di euro vinti nell’ottobre del 2010. Così i giocatori sono a caccia dei numeri vincenti e nelle ricevitorie in questi giorni code di persone che, penna e schedina in mano, si cimentano nel tentativo di centrare la combinazione giusta.
Giochi e scommesse, si sa, appassionano un pò tutti e a dirlo sono i dati pubblicati nel Libro Blu dell’Agenzia Dogane e Monopoli, secondo cui in Campania si mantiene stabile nel 2018 la spesa in giochi e scommesse. Il totale delle puntate ammonta a 1,81 miliardi, in calo dello 0,5% rispetto al 2017, riferisce Agipronews. A trainare il settore sono gli incassi di Slot e Vlt, con 891 milioni (+0,5%), assieme alle scommesse sportive (195 milioni), in crescita del 6,5% e ancora in testa al dato nazionale.
Ammontano a 179 gli incassi di Lotterie e Gratta e Vinci, a 330 quelli del Lotto. Stabili SuperEnalotto (75 milioni), Ippica (14 milioni) e Bingo (70 milioni), mentre crescono anche le scommesse virtuali con 63 milioni e +14,5%. Sempre durante il 2018, l’Agenzia Dogane e Monopoli ha effettuato 4.324 controlli negli esercizi sul territorio campano, riscontrando 340 violazioni tra penale e amministrativo e irrogando sanzioni per 14,4 milioni.