Un kit sierologico per scoprire in soli 15 minuti se un paziente ha contratto l’infezione da coronavirus. Un ‘pre-tampone’ insomma, che potrebbe consentire soprattutto agli ‘asintomatici’ di sottoporsi al test e sapere se hanno contratto il virus e, scongiurare così, i rischi di contagio per la comunità. Sono infatti gli asintomatici a preoccupare maggiormente, perché rappresentano il vero pericolo per fermare il contagio da Covid-19 poiché, appunto, sono privi di sintomi. La Regione Campania, nei giorni scorsi, ha ricevuto i primi kit mentre altri 250 mila pezzi, la fornitura ufficiale, arriverà nella giornata odierna: in tutto saranno quindi 1 milione i kit in dotazione che verranno utilizzati nella nostra regione.

A sviluppare questo metodo è l’azienda Technogenetics di Lodi, acquisita dalla Cinese Khb, che ha già iniziato a produrre e a distribuire in varie realtà italiane, come aziende di beni necessari che non possono fermare le produzioni, ma anche Comuni italiani. “In alcune Regioni dove i contagi sono numerosi – ha spiegato Salvatore De Rosa, direttore commerciale dell’azienda – il tampone Pcr molecolare non viene effettuato neppure ai sintomatici che vengono messi in quarantena domiciliare, a causa anche della complessità del test. Il nostro test che non è molecolare ma sierologico, da effettuare attraverso una gocciolina di sangue, in maniera simile a quello dell’esame della glicemia’’.