A Nyon sono stati sorteggiati gli accoppiamenti per la Champions e per l’Europa Leaugue: alle italiane non è andata granché bene soprattutto per quanto concerne la massima competizione continentale. Infatti la Lazio ha pescato la squadra detentrice del titolo, il Bayern Monaco, mentre l’Atalanta se la vedrà contro il Real Madrid, meglio come sempre è andata alla Juventus che sfiderà i portoghesi del Porto per quello che è il turno degli ottavi di finale.

Discorso diverso per il sorteggio di Europa League (dove si gioca un turno in più e quindi gli accoppiamenti erano per i sedicesimi); ostacoli non irresistibili per Milan (Stella Rossa) e Roma (Braga) mentre come da tradizione il Napoli ha pescato una di quelle formazioni considerate insidiose, il Granada.

In effetti gli spagnoli sono un complesso molto valido, solido e soprattutto attraversano uno stato di forma eccezionale. In realtà noi siamo un po’ in controtendenza e pensiamo si tratti di un turno che va sì affrontato con le giuste motivazioni e grande concentrazione, ma che probabilmente è visto con fin troppa preoccupazione da alcuni addetti ai lavori. Spieghiamo: il Granada sta facendo bene in questa prima parte di stagione ma le gare si svolgeranno a febbraio quando si entrerà nel vivo della stagione e le giuste potenzialità verranno fuori ed il complesso di Martinez sarà notevolmente ridimensionato, inoltre gli azzurri sono di un livello assolutamente superiore e non possono temere minimamente quella che resta soltanto una discreta squadra. Nel Granada giocano due vecchie conoscenze del calcio italiano, una sorta di meteore: il venezuelano Machis, poche apparizioni e nessun gol dell’Udinese nella stagione 2018/19 ed il centrocampista francese Gonalons, transitato senza lasciare il segno nella Capitale sponda giallorossa nella stagione 2017 /18. In attacco spicca la presenza del non più giovanissimo Roberto Soldado, trentacinquenne dal passato importante.

L’andata si giocherà in Spagna il 18 febbraio, quattro giorni dopo Napoli-Juventus, mentre il ritorno si disputerà la settimana successiva (25 febbraio) al “Diego Armando Maradona” quattro giorni dopo l’insidiosa trasferta di campionato a Bergamo.