Il sole per i bambini è importantissimo. Li aiuta nella crescita, ne sostiene lo sviluppo osseo, stimola la riproduzione delle cellule e accresce le difese corporee. Ma essendo ancora piccoli e con la pelle molto delicata, l’esposizione diretta ai raggi solari è da evitare. Anzi, ancora più importante è saper proteggere la loro pelle con filtri ad alta protezione che siano specifici per i bambini.

L’ importanza della protezione solare per i bambini

La protezione solare per i bambini riveste un’importanza fondamentale. Proprio per questo, è importante conoscere alcune regole basilari riguardanti l’esposizione solare con protezione. Innanzitutto, la frequenza perché la crema va riapplicata con un intervallo che non deve superare le due ore. Purtroppo infatti questa tende a dissolversi con il caldo, il sudore e i bagni in acqua.

È fondamentale fare attenzione a non esporre i bambini al sole nelle ore più calde e quindi non superare le 11 ed esporsi di nuovo solo dopo le 16:30. Anche l’età ha la sua importanza, perché possono prendere il sole solo i bambini che hanno già compiuto i sei mesi di età ed è sempre preferibile comprare le creme solari più adatte a loro come è indicato sulla crema solare.

Se il bambino manifesta qualche irritazione o qualche allergia, bisogna stare molto attenti ai prodotti con i quali lo si cosparge. Questo perché anche il tipo di pelle se è grassa o secca deve influenzare la scelta della protezione solare.

Linee da seguire per la scelta della protezione solare

Generalmente, per scegliere il filtro solare adatto ai bambini, la cosa migliore è chiedere consiglio al pediatra, insieme alle precauzioni da usare per la sua esposizione ai raggi. Ogni bambino ha le sue caratteristiche e nessuno meglio del pediatra le conosce e sa cosa consigliare. Questo non vieta comunque di tracciare delle linee generali, comuni un po’ a tutti i bambini, che possono servire a districarsi tra i molti tipi di spray solari per bambini offerti da case cosmetiche come Lichtena. Quindi vediamo un po’, tra le linee da seguire, quali sono le più importanti.

L’età e la protezione

Come abbiamo già accennato, i bambini che non hanno superato i sei mesi non devono essere esposti al sole per un tempo prolungato, a meno di diverso consiglio del pediatra. Dopo i sei mesi possono prenderlo solo con una protezione solare molto alta, almeno fino a quando non compiono 6 anni. Anno per anno, i prodotti da scegliere potrebbero avere anche caratteristiche diverse, a seconda dell’età e della pelle.

Anche le tipologie di filtro influiscono, quindi nel dubbio se scegliere tra quelli fisici o quelli chimici, generalmente la cosa migliore è orientarsi verso un buon compromesso che li comprenda entrambi. Per la copertura invece bisogna accertarsi che protegga sia dai raggi UVA che dai raggi UVB. Mentre, nel dubbio se scegliere la crema o lo spray, la differenza riguarda di più gli adulti ed è consigliabile applicare la prima per le pelli secche, mentre lo spray può essere usato per tutti i tipi di pelle.