Non sono solito operare in “modalità video” ma credo che l’occasione meritasse particolare attenzione e non mi sono lasciato sfuggire l’occasione di conversare amabilmente con due tra i protagonisti di questo progetto che andrò ad esporvi.

A luglio (dal 7 al 17) si terranno a Nizza gli Europei di calcio organizzati dalla federazione internazionale alla quale sono affiliate squadre che rappresentano le nazioni, le dipendenze, le minoranze etniche, i popoli senza Stato, gli Stati senza un riconoscimento internazionale, le regioni e le micronazioni non affiliate alla FIFA (CONIFA): una federazione fondata nel 2013. Tale manifestazione si sarebbe dovuta giocare la scorsa estate ma sappiamo come è andata per tutte le competizioni mondiali (COVID-19); quest’anno la mancata presenza di Cipro del Nord ha permesso attraverso un ripescaggio che si assistesse alla partecipazione di una nuova realtà di cui sono estremamente orgoglioso. Infatti, ad appena un anno dall’ingresso in CONIFA, Regno delle Due Sicilie FA, fondata e presieduta da Massimo Amitrano, sarà tra le 12 compagini inizialmente suddivise in 4 gironi da 3 squadre; i duosiciliani sono stati inseriti nel Gruppo A con i padroni di casa della Contea di Nizza e Sardegna, quest’ultima notoriamente terra di gente dallo spiccato senso di appartenenza.

Ottenuto un primo obiettivo: quello di portare i valori, la cultura, i popoli ed i colori del Sud Italia nel mondo. La sfida è di quelle impegnative contro avversarie di gran peso che militano all’interno delle federazione da anni; nelle precedenti 3 edizioni disputate due sono state appannaggio della Padania (le prime 2) mentre l’ultima edizione ha visto il trionfo dell’Ossezia del Sud, compagine che rappresenta un territorio nel Caucaso rivendicato dalla Georgia, autoproclamatosi indipendente nel 1991 e non riconosciuto come tale dall’ONU.

A tale proposito per me è stato quindi un grande onore avere la possibilità di parlarne con il Responsabile della delegazione Francesco Orabona ed il C.T. Gennaro Iezzo, due amici e soprattutto due persone squisite e leali che senza dubbio onoreranno al meglio la mission! Una piacevole chiacchierata che ha chiarito alcuni punti ed interrogatori anche relativi a questioni regolamentari: difficile puntare a calciatori di un certo calibro ma hai visto mai…