Per molte generazioni, il Rione Terra è stato quel grosso castello di sabbia del litorale di Pozzuoli, lasciato da chissà quale gigante, tenuto su dalle amorevoli braccia meccaniche di gru gigantesche.

Da un po’, però, c’è qualcos’altro a proteggerlo, oltre a quei cantieri. I lavori decennali volti alla salvaguardia e al restauro di questo luogo simbolo dei Campi Flegrei, adesso hanno le spalle più forti.

Il Rione Terra è stato finalmente adottato. Adottato dai suoi figli.

I ragazzi dell’IPSEOA “Petronio” di Pozzuoli hanno reso la propria scuola l’unico istituto vincitore della Medaglia d’Oro per il progetto dell’ “Archivio Nazionale dei monumenti adottati delle scuole italiane”, progetto organizzato dalla Fondazione Napoli Novantanove, insieme al Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e del Ministero dei Beni e delle attività culturali.

Filippo Monaco, il dirigente scolastico dell’istituto, afferma: “Un riconoscimento importante per il lavoro che stiamo portando avanti di promozione del nostro territorio. Abbiamo risposto con entusiasmo all’invito dei promotori del concorso nazionale perché riteniamo che un istituto che guarda al turismo come occasione di sviluppo debba insegnare ai propri alunni la conoscenza del territorio”. E aggiunge: “Avevamo l’imbarazzo della scelta visto che ci troviamo in un territorio, quello dei Campi Flegrei, ricco di monumenti significativi. L’attenzione è ricaduta sul Rione Terra poiché esso racchiude la complessa storia della città di Pozzuoli che contempla il bradisismo e la stratificazione culturale che ha visto avvicendarsi epoche e culture diverse attraverso i secoli. I ragazzi hanno lavorato insieme agli insegnanti per fare emergere i punti salienti di questa storia e hanno, allo stesso momento, studiato la storia della cucina sperimentando le antiche ricette dei Romani”.

Il video-documentarioelaborato dai ragazzi dell’IPSEOA “Petronio”, realizzato grazie alla supervisione delle professoresse Raffaella Iovine e Maria Teresa Urso è valso il premio alla scuola ed è stato inserito nell’ “Archivio Nazionale dei monumenti adottati dalle scuole italiane”. Lo troverete a questo link: https://www.atlantemonumentiadottati.com/adozione/2019-2020i-p-s-e-o-a-lucio-petronio-rione-terra/.

Queste le parole che accompagnano il video: “Il Rione Terra rappresenta da sempre il cuore di Pozzuoli. È il luogo dove il percorso storico della città si rende visibile attraverso la stratificazione dei tempi e coinvolge pienamente il visitatore calandolo nella realtà antica. Partendo da questa evidenza, la progettazione educativo-didattica della nostra scuola ha inserito nel curricolo la realizzazione di una guida turistica della città con lo studio dei principali siti di interesse storico-archeologico”.

Ai tempi in cui burocrazia e didattica si contendono sempre più l’ambito terreno della scuola, questo successo mostra un passo in avanti della progettualità vera, fatta di pochi documenti e di molte idee. Così come di belle sinergie, per le quali la scuola si dichiara particolarmente grata a Don Roberto Della Rocca, direttore dei Beni Culturali della Diocesi di Pozzuoli, e alla dottoressa Maria Luisa Tardugno della Soprintendenza per i Beni Archeologici, paesaggistici e Belle Arti per l’area Metropolitana di Napoli.

Foto di Assunta Nigro