Zeus il padre degli dei, il re dell’olimpo, ed il protettore degli ospiti e degli stranieri torna a casa.  È infatti la sua statua, quella di “Zeus in trono”  che tornerà, sabato 27 ottobre, a Baia (Napoli), in zona flegrea,  dopo aver trascorso una vacanza di 25 anni al  Getty Museum di Los Angeles.  La scultura è stata esposta ininterrottamente dal 1992 fino al 2017. In precedenza era finita in un giro di ricettatori.

La statua, alta 74 cm, risale al I sec. a.C. ed è un’iconografia del dio greco. Proviene dalle acque del mare flegreo, come è stato stabilito nel 2012 dall’analisi di un frammento di marmo ritrovato a Bacoli, e lo spigolo del bracciolo del trono di Zeus.

Dopo tanto girovagare, un po’ come l’eroe del poema epico classico, la statua è ritornata in Italia nel giugno 2017 al Museo Archeologico Nazionale di Napoli, anche in questo caso sono state forze superiori a riportare a casa il nostro eroe, no, non la dea Atena, ma  altri poteri “forti” quali operazioni di inquirenti e azioni di diplomazia della Magistratura e del Ministero dei Beni Culturali. Sabato ritornerà a casa e, come si addice ad un re, avrà la statua riceverà  la dovuta accoglienza:  per l’occasione infatti i responsabili del Parco Archeologico dei Campi Flegrei hanno allestito una mostra ‘Il visibile, l’invisibile e il mare‘ con l’esposizione di sculture inedite.