Luglio, non settembre, come diffuso dal comunicato del mese scorso, segnerà il ritorno del Napoli Teatro Festival Italia edizione 2020, con la direzione artistica di Ruggero Cappuccio, che insieme ai suoi collaboratori si sta adoperando per garantire al pubblico una nuova e ricca edizione a partire appunto dal 1 luglio. Con l’oramai tradizionale rassegna teatrale, che inaugura la stagione estiva napoletana, le performance saranno portate nelle location più belle e suggestive della Campania e saranno messe in scena compatibilmente con le misure sanitarie e di sicurezza che in questi giorni il Governo sta prendendo in materia di spettacolo dal vivo.

Con l’emergenza Coronavirus tutto si è fermato ma purtroppo con l’inizio della “Fase 2” il settore culturale resta comunque quello candidato a riaprire per ultimo le sue porte al pubblico. L’attrice e regista Nadia Baldi ha commentato, nel corso di un’intervista concessa a “LabTV”, sui problemi legati al mondo della cultura e sulla riapertura di cinema e teatri dicendo che ci si dovrà abituare ad una nuova dimensione di teatro, dove gli stessi attori dal palcoscenico si troveranno ad essere spettatori del loro pubblico;  l’artista ha continuato spiegando, che con le nuove misure di distanziamento sociale, e l’utilizzo delle mascherine, sembrerà come un mosaico di persone che daranno origine ad una performance nella performance.