La Serie A si chiude questa sera con il posticipo di Reggio Emilia dove il Napoli di Gattuso fa visita ad un Sassuolo in netta crescita: sono tre punti di importanza capitale per andare alla sosta natalizia con un ritrovato spirito ed una classifica meno drammatica. Sì perché a parte Inter e Juventus anche le due romane stanno facendo qualcosa di formidabile ed inaspettato e ad oggi la qualificazione alla prossima Champions League appare davvero una chimera; il Napoli però oltre ad “aggiustare” la classifica in campionato, deve creare i presupposti di una ritrovata serenità e quella compattezza che ha fatto la fortuna dei partenopei negli ultimi anni. Non è assolutamente immaginabile arrivare infatti nella stessa situazione attuale alla vigilia del doppio scontro con il Barcellona, anzi, l’auspicio è che tale evento funga da stimolo d’ora in poi e che possa risultare anche un clamoroso trampolino per un grande finale di stagione. Insomma, Sassuolo tappa importantissima.

Ed il Sassuolo ci arriva più che bene, De Zerbi sta iniziando a raccogliere i frutti di un gran lavoro: i neroverdi non buttano mai il pallone, iniziando senza paura già dalla propria area di rigore (e lo hanno fatto anche in casa della Juventus), hanno uno schieramento molto offensivo (4-2-3-1) che asalta le caratteristiche di tutti i propri interpreti. Berardi largo a destra per azionare il suo sinistro molto educato rientrando ed accentrandosi, Djuricic tra le linee che sta sfornando assist a ripetizione e pare finalmente aver trovato la consacrazione, Boga un autentico fenomeno, giocoliere, dribblomane ed anche spietato sotto porta (tanto da far drizzare le antenne al Chelsea dal quale proviene e che ha il diritto di ricompra) e quel Ciccio Caputo espressione genuina del calcio nostrano, attaccante completo arrivato tardi ai palcoscenici che merita il quale sta confermando la grande annata ad Empoli della scorsa stagione, addirittura migliorandola. Ci sarà da stare attenti.

Ed attento e concentrato lo sarà di certo “Ringhio” Gattuso che ha pubblicamente chiesto aiuto ai tifosi per la situazione attuale, facendo riferimento al macigno psicologico che penalizza i calciatori del Napoli. Il mister dovrà fare a meno di Koulibaly infortunato e quindi con Manolas ci sarà l’affidabile Luperto, con Di Lorenzo e Mario Rui sulle fasce (Ghoulam ancora out, un mistero ormai); in mezzo al campo la conferma per Allan, Fabian Ruiz e Zielinski (il polacco pare vicino al rinnovo) mentre la novità potrebbe essere data dall’inserimento di Lozano in luogo di Callejon nel tridente composto anche da Insigne e Milik (anche per l’altro polacco pare esserci l’accordo contrattuale). Insomma, chiaro segno che Gattuso, a differenza di Ancelotti voglia dare continuità ad un un’assetto e a determinati calciatori proprio per ritrovare fondamentali certezze su cui ripartire (e magari in attesa di preziosi aiuti dal mercato di gennaio).

Appuntamento alle 20:45, arbitrerà Daniele Chiffi di Padova, poi calerà il sipario su questa annata calcistica 2019…