E’ l’attore napoletano Paco De Rosa ad aggiudicarsi il premio come miglior attore alLos Angeles Film Award” per la sua interpretazione nel film “Ed è subito sera” di Claudio Insegno. Di strada né ha fatta l’artista, che nel lontano 2009 è stato diretto per la prima volta da Marco Risi nel film Fortapasc e che, questa volta, ha ricevuto un premio prestigioso nell’ambito di un Festival rivolto a film, sceneggiatori, registi e attori di tutto il mondo.

 “Avevo 13 anni quando mio padre mi regalò una telecamera. Cominciai a girare cortometraggi amatoriali; mi resi conto quasi subito che non avrei potuto più fare a meno di quella telecamera. Cominciai a fare l’attore per gioco, poi divenne una cosa seria. A un certo punto decisi di studiare, dicevano che avevo talento… potevo farlo sul serio? Ho cominciato a crederci ma mai, avrei immaginato di poter arrivare a questo”, afferma l’attore sul suo profilo Facebook annunciando la lieta notizia ai suoi followers.

“Ed è subito sera” è una pellicola tratta dalla storia di Dario Scherillo, giovane vittima innocente della camorra che a soli 26 anni viene ucciso per sbaglio. Nel film, De Rosa interpreta il ruolo di O’ Muccus, figlio di un ex boss di camorra recitando accanto a Franco Nero, Salvatore Cantalupo e il giovanissimo talento napoletano Gianluca Di Gennaro.

Classe 1986, Paco De Rosa collabora con il regista Ciro Ceruti entrando nella sua compagnia teatrale. Subito dopo gira due film: Fallo per papà e La legge è uguale per tutti… forse. Il suo volto diventa noto al pubblico grazie alla sua interpretazione di Paco nel film Vita, cuore, battito di Sergio Colabona con protagonisti gli Arteteca di “Made in sud”.  In seguito, entrerà nel cast della sit-com Fatti unici su Raidue interpretando il “fuorilegge” Braccio di Ferro, sarà diretto da Lello Arena nel film “Finalmente sposi”, in Caccia al tesoro con la regia di Carlo Vanzina insieme a Vincenzo Salemme, Carlo Buccirosso e Max Tortora, in Felicissime condoglianze con la regia di Claudio Insegno recitando accanto ad Enzo Salvi, Andrea Roncato, Milena Miconi, Simona Ceruti e il trio Ardone Peluso Massa.