E’ una sorta di ‘’emendamento salva –Napoli’’ quello che il Governo inserirà nel Milleproroghe e che è arrivvato in Commissione Bilancio alla Camera questa mattina. I relatori saranno Vittoria Baldino del M5s e Fabio Melilli del Pd. Una misura che di fatto congela per un anno, gli effetti della sentenza della Corte Costituzionale, ovvero il rischio dissesto per il Comune di Napoli che ha fatto tremare Palazzo San Giacomo.

Un provvedimento che arriva sul tavolo anche a poche settimane dalle suppletive, che vedono candidato al Senato Sandro Ruotolo, sostenuto da de Magistris e dal Pd.

Ora con questo provvedimento il governo giallo-rosso ‘neutralizza’ per 12 mesi l’incremento del deficit da 1 miliardo a 700 milioni di euro a 2 miliardi e 700 milioni di euro. L’effetto della sentenza decorrerà così dal 2020 avendo un impatto quindi dal 2021, anno in cui si eleggerà il successore di De Magistris.