E tutto insieme, tutte le voci, tutte le mete, tutti i desideri, tutti i dolori, tutta la gioia, tutto il bene e il male, tutto insieme era il mondo, tutto insieme era il fiume del divenire, era la musica della vita.

Hermann Hesse

Il fiume è acqua che scorre, che trascina altrove, vita, futuro, scoperta, incertezzaMa anche separazione tra le due sponde, distanza, mistero e desiderio di conoscere.


 Nata da una suggestione sulla riva argentina del Rio De la Plata, guardando da Buenos Aires la sponda lontana e invisibile di Montevideo, questa nuova canzone era in attesa di compagnia per un lavoro più ampio – dicono gli Avion Travel.

Dopo più di un anno di sospensione in questo tempo incerto, abbiamo deciso di pubblicarla per accompagnare il nostro più volte annunciato e rimandato “Opplà Tour” in cui racconteremo i nostri quaranta anni di musica e di concerti.

Cercheremo di metterla a suo agio con un pugno di canzoni del nostro repertorio che negli ultimi anni hanno atteso in panchina di tornare sul palcoscenico».

 «Un quarantennale non da celebrare, da festeggiare sì, come il desiderio del perdurare della nostra idea di canzone, sempre coniugata nell’incontro “vivo” con il pubblico – concludono gli Avion Travel.

E viva vorremmo fosse questa festa, con i brani preziosi e segreti del nostro repertorio, poco esibiti all’epoca e anche di recente, complicati come le nostre ambizioni, e che scopriamo oggi cari al nostro pubblico di sempre».

Il fiume“, il nuovo brano degli Avion Travel, è uscito il 28 maggio sui digital store e in radio.

Nelle prossime settimane, Opplà, uno degli album più rappresentativi nella storia quarantennale degli Avion Travel, uscirà in vinile per la Sugar.