Doppia vittoria per la regista, giornalista e sceneggiatrice veronese Alessia Bottone, vincitrice del Coffi Film Festival 2020 sezione documentari conclusa ieri sera on line e della 74esima edizione del Festival Internazionale del Cinema di Salerno di sabato scorso.

Entrambe le giurie hanno decretato la vittoria del film assegnandogli il trofeo di categoria per la sezione Discovery Campania “per aver ricostruito il legame emotivo che lega una figlia ad un padre utilizzando la telecamera come strumento di indagine introspettiva” al Salerno Film Festival e il Premio Miglior Documentario al Coffi Film Festival edizione 2020. Tra i vincitori del Coffi Film Festival Alessandro Haber con il suo cortometraggio “Il gioco” e una Menzione Speciale per Paola Minaccioni per la sua opera “Offro io”, Francesco Tortorella e Gianluca Mangiasciutti. Nella stessa giornata di sabato 19 dicembre, il Festival Internazionale Roma Film Corto ha riconosciuto al film La Napoli di mio padre,  una Menzione Speciale al film assegnata dalla Direzione artistica.

Il film interpretato dall’attrice veronese Valentina Bellè e da
Giuseppe Bottone, papà della regista, è stato recentemente premiato anche alla dodicesima edizione del Festival del Cinema dei Diritti Umani di Napoli, vincitore della sezione Human Rights Youth lo scorso 28 novembre e dalla giuria presieduta da Moni Ovadia lo scorso settembre in occasione del Bellaria Film Festival 2020.  Inoltre, nel 2021 il film vedrà il suo debutto oltreoceano e in numerosi Paesi europei.