Non solo bonifica del territorio e solidarietà: il Comitato “Città Domitia fa sentire la sua voce su un argomento particolarmente delicato, quello riguardante la sicurezza stradale. Il punto, al vaglio nell’ultima riunione, mette in risalto la scarsa visibilità lungo la strada Domitiana, all’esterno del Villaggio Coppola e all’altezza di Baia Verde. Il Comitato denuncia in particolare lo stato delle aiuole spartitraffico che soprattutto in prossimità delle rotatorie rappresentano un pericoloso ostacolo per la viabilità; numerosi gli incidenti che si registrano ogni settimana lungo il tratto in questione, due dei quali recentemente anche mortali.

Le richieste sono rivolte in primis al Comune di Castel Volturno, responsabile per quanto riguarda le rotatorie incriminate, soprattutto (oltre a quella già citata posta all’ingresso/uscita di Baia Verde) quella per intenderci in prossimità del bar “Tropical” e del locale “Federico’s“; la folta, incolta e malcurata vegetazione, con erbacce che superano abbondantemente il metro d’altezza, provoca costantemente preoccupazione agli automobilisti lungo le due carreggiate. Altra fonte di estremo pericolo, sempre per le solite motivazioni, è costituita dall’indegno stato di manutenzione in cui versa la rotatoria in prossimità del Centro Commerciale “Giolì“.

Preoccupante anche lo stato in cui versano le rampe d’acceso per la località “Pinetamare“: sovente si assiste ad incidenti più o meno gravi, evitabili se soltanto vi fosse una minima attenzione e manutenzione da parte delle autorità competenti; queste ultime arterie in realtà sono sotto il controllo di una società riconducibile alla famiglia Coppola e tale situazione non lascia ben sperare ai fini di una risoluzione del problema quantomeno prossima.

L’allarme è stato lanciato, il Comitato “Città Domitia” non intende mollare la presa e si fa sempre più agguerrito: il Comune di Castel Volturno e i Coppola si muoveranno o dovremmo fare la conta di qualche altra vittima?