Il capitale umano candidato agli Oscar

Bella notizia per il film di Paolo Virzì. Il capitale umano è stato proposto all’Anica dalla commissione selezionatrice, come candidato per l’Italia all’Oscar per i film non in lingua inglese. La commissione composta da Gianni Amelio, Tommaso Arrighi, Angelo Barbagallo, Nicola Borrelli, Caterina D’ Amico, Maria Pia Fusco, Barbara Salabè, Gabriele Salvatores e Niccolò Vivarelli, riunita davanti a un notaio, nella terna di film, “Anime nere”, “Le meraviglie” e “Il capitale umano” appunto, l’ha designato a rappresentare il cinema italiano all’Academy, scelta sofferta e difficile perché le pellicole meritavano tutte la nomination. Il film è tratto dal romanzo omonimo di Stephen Amidon, con Fabrizio Bentivoglio, Valeria Bruni Tedeschi, Fabrizio Gifuni e Valeria Golino, ambientato in Brianza, uno spaccato della nostra provincia, della nostra società, con tutte i difetti e debolezze dell’italiano comune, belle le storie intrecciate tra loro dei componenti della famiglia, ottima la regia ed il montaggio ed i tempi tra una storia e l’altra. Una buona occasione per vederlo per chi l’ha perso l’anno scorso.

«Ringrazio tutti e sono molto onorato», questo il commento a caldo di Paolo Virzì per  la candidatura del suo film. «È una grande responsabilità quella di rappresentare il nostro paese in un momento così complicato e così vivo del nostro cinema».