… E’ proprio il caso di dire una mela al giorno toglie il medico di torno!!!

Tutto nasce da un’armonia di incontri, di profumi, di luoghi, di aria, di cielo e dalla “Mela”, protagonista assoluta della stagione autunnale, ma già da settembre le possiamo trovare nella nostra farmacia naturale, il banco di frutta e verdura al mercato.

L’alimento viene inserito in un’ottica “simil farmaco”, dove l’alimento dal crudo al cotto, passando tra diverse modalità di cottura e associazione nutrizionale, caratterizza differenti funzioni organiche.
Se ci soffermiamo su questo concetto, è semplice comprendere quanto l’alimento, assunto con ritmiticità, sia fondamentale per la salute fisica e mentale dell’individuo .

Partire dalla considerazione dell’alimento nel suo valore nutrizionale:
le mele, ricche di acqua e vitamine, sali minerali, povere di grassi e ricche di fibre e anti-ossidanti, sono gestibili in diverse funzioni.
Adatte alle diete, al controllo del colesterolo, nei problemi intestinali, nelle patologie renali, nelle patologie respiratorie, nelle anemie sideropeniche, nella cosmesi. Nella quantità media di unità a persona, la mela cruda è sicuramente uno dei frutti più utilizzati nella composizione dei pasti. Facilmente digeribile per il suo contenuto in fruttosio e in acidi organici che supportano e stimolano la funzionalità epatica, essa può essere prescritta anche nel trattamento del diabete, soprattutto se, nelle numerose varietà in commercio, viene scelta quella verde. In molte diete dimagranti, la mela viene proposta come alimento sostitutivo del pasto, spesso inserita nella composizione delle macedonie. A proposito del suo effetto a carico del transito intestinale, esistono dei luoghi comuni: si ritiene, infatti, che la mela cruda sia antidiarroica, mentre quella cotta sia lassativa. In realtà, purché mangiata insieme con tutta la buccia, la mela cruda facilita e accelera il ritmo intestinale per effetto massa da parte della fibra, per l’acidità e la cellulosa contenuta nella buccia. Al contrario, la mela disidratata, in quanto cotta a secco, in forno o racchiusa nella carta argentata, svolge un’azione di freno per la peristalsi intestinale e di assorbimento dei liquidi in eccesso. Le controindicazioni riguarderanno il diabete scompensato, le dissenterie, la rettocolite ulcerosa ed il morbo di Crohn, le gastriti ipersecretive, il reflusso esofageo, le pancreatiti acute e croniche, e le ulcere gastro-duodenali.

Ogni lunedì del mese di ottobre troverete indicazioni su 4 diverse preparazioni funzionali della “Mela” : colesterolo – ferro – sonno – dimagrante.

Di Patrizia Pellegrini Naturopata

Bioterapia Nutrizionale®

Di Patrizia Pellegrini Naturopata

Bioterapia Nutrizionale®

➡Per INFO , domande e curiosità potete contattare la naturopata:

☎ 3339995532
💌mail.patriziapellegrini@gmail.com
🌐 www.patriziapellegrini.com