Le Mandorle

Originarie del bacino del Mediterraneo e dell’Asia Minore, se ne conoscono 2 varietà principali, la Mandorla Dolce più importante dal punto di vista nutrizionale, impiegata intera, tritata o tostata, e la Mandorla Amara, che contiene acido prussico e perciò non commestibile, ma serve per estrarre una forte essenza aromatica, usata per insaporire i dolci. Tra i semi oleosi sono quelli che vantano il più alto contenuto di fibre (12%). Costituite per il 50% da grassi monoinsaturi e polinsaturi, le mandorle sono una preziosa fonte di energia e hanno un potere calorico elevato (circa 600 calorie per 100 grammi), per questo vanno consumate con parsimonia.
Le mandorle sono una preziosa riserva di vitamina E e di sali minerali, soprattutto di potassio, magnesio, litio, rame,  ferro e calcio.

Mandorle: proprietà

Sono le regine della frutta secca: sono un vero toccasana e un prezioso contributo naturale per combattere e prevenire numerose patologie. Grazie all’alta percentuale di grassi “buoni”, le mandorle abbassano il livello di colesterolo nel sangue. Sono un potente antiossidante naturale, preservano la giovinezza, la bellezza della pelle e il benessere dei capelli.
Grazie alle elevate quantità di ferro sono un buon rimedio contro l’anemia, mentre il calcio le rende preziose per la salute delle ossa.
Alcuni studi hanno inoltre dimostrato che le mandorle hanno effetti positivi su chi è affetto da diabete di tipo 2, migliorando la sensibilità verso l’insulina. L’effetto sedativo e riequilibrante della mandorla agisce su sistema nervoso antagonizzando l’azione eccitante dello iodio marino e del frequente consumo di pesce delle popolazioni costiera. La mandorla, tra l’altro, aumenta la forza vitale e il vigore generale dell’organismo e  combatte la sindrome della stanchezza.

Di Patrizia Pellegrini Naturopata

Bioterapia Nutrizionale®

Di Patrizia Pellegrini Naturopata

Bioterapia Nutrizionale®

➡Per INFO , domande e curiosità potete contattare la naturopata:

☎ 3339995532
💌mail.patriziapellegrini@gmail.com
🌐 www.patriziapellegrini.com