Dalla mezzanotte di ieri la Campania, insieme con la Toscana, è entrata in zona rossa. Così ieri sera a ‘Che tempo che fa’ da Fabio Fazio, è andato in scena l’ennesimo ‘De Luca show’, durante il quale il presidente non ha perso occasione per attaccare il governo: “Non è tollerabile che un ministro si metta a fare sciacallaggio contro un uomo che parla chiaro, non sarò mai uno politicamente corretto e Di Maio ha detto cose ignobili e il presidente del Consiglio Conte deve intervenire. Ha detto il falso sulla Campania e questo non è tollerabile, meno che mai quando si hanno collaborazioni di governo“.

Ma non solo il ministro degli esteri, nel mirino dell’ex sindaco di Salerno anche il suo acerrimo rivale, il sindaco di Napoli, Luigi De Magistris, al quale ha riservato parole a dir poco durissime. “Le immagini che abbiamo visto di Napoli sono di una città fuori controllo e non potevano che portare alla zona rossa. La Regione Campania ha lavorato mentre ci sono nullità che pensano di farsi pubblicità attaccandomi“. Il governatore ha attacca poi De Magistris per le troppe presenze tv: ‘’C’è stato un amministratore che non ha mai fatto niente per la sua città e che è stato 102 volte in trasmissioni televisive da settembre ad oggi che ha avuto una presenza di 9 ore video e audio per andare a parlare contro la Campania e Napoli: è qualcosa di scandaloso, anziché pensare alla serenità della sua comunità’’.

Fazio ha poi incalzato il suo ospite in merito all’acredine che, tra i due, non accenna a smorzarsi: ‘come si fa insieme a gestire questa situazione, che necessiterebbe della collaborazione assoluta’ ha chiesto il conduttore. ‘’E’ stato molto semplice: la Regione Campania ha lavorato sempre c’è stato qualcun altro che non ha fatto niente. Non intendo fare nomi perché non voglio fare pubblicità gratutita’’. De luca a quel punto ha chiosato citato la famosissima poesia della lumachella della vanagloria di Trilussa. ‘’La lumachella della vanagloria strisciando sull’obelisco guardò la bava e disse è certo che lascerò un’impronta nella storia: ci sono nullità che cercano di farsi pubblicità litigando con me. Io tempo da perdere non ne ho e chi è una nullità una nullità rimane‘’.