Dieci docenti dell’Orientale per capire l’Italia multi-religiosa

Si terrà mercoledì 18 aprile alle ore 17 presso la sede dell’Orientale di Palazzo Du Mesnil in via Chiatamone 62, la conferenza “Laicità e confessionalità: il dibattito nella Spagna contemporanea” di Giuseppina Notaro. L’iniziativa è nell’ambito del nuovo ciclo de “I saperi dell’Orientale”, quest’anno dal titolo “Religioni e identità”, a cura del professore Roberto Tottoli. Gli incontri termineranno il 23 maggio. Prenotazioni posti a saperiorientale@unior.it

L’Italia per una serie di fenomeni storici sta diventando una società multi-religiosa, e dunque l’obiettivo di questo nuovo ciclo dei Saperi è quello di offrire le competenze dell’Ateneo su tutta una serie di fenomeni religiosi che, in un modo o nell’altro, interessano anche l’Italia. Anche se si parlerà di realtà lontane, per esempio di buddhismo, hinduismo, ebraismo, yoga tantrico, islam, si toccherà la realtà religiosa attuale in Italia, ma anche in Europa.

Dichiarazione Rettrice Elda Morlicchio: «Anche in questa occasione abbiamo voluto rendere quanto più aperte e pubbliche le competenze che caratterizzano da sempre il nostro Ateneo. Lo spirito è quello di una divulgazione di saperi con lo scopo di permettere una conoscenza più approfondita degli altri e di sé stessi. E quando ci si conosce, quando si instaura un dialogo, come in questo caso tra le religioni, non può che derivarne una comprensione maggiore».

Dichiarazione professore Tottoli: «L’idea è di sviluppare una serie di conoscenze di base sulla complessità della società in cui viviamo. Questo ciclo sulle religioni toccherà le varie identità di vari popoli, ma approfondirà anche aspetti come il laicismo e il futuro di certe confessioni come, per esempio, quella dell’islam. Uscita ultimamente dal dibattito, rimane ancora per molti un universo misterioso e poco comprensibile».

Fino al 23 maggio – dalle ore 19.00 alle 20.00 a Palazzo du Mesnil in via Chiatamone

•