Il 2019 è stato un anno segnato da crisi che avrebbero potuto minare la stabilità della città e durante il quale, invece, è emersa la capacità di reazione dei napoletani.

Manifestazione anti-camorra

Nei dodici mesi che ci si appresta a salutare, infatti, il capoluogo è stato ferito al cuore da attentati come quello di gennaio alle storiche pizzerie Di Matteo e Sorbillo. Gino, proprietario della seconda, la riapre enunciando un proclama d’intenti: “Noi napoletani siamo fiduciosi verso le istituzioni e le forze dell’ordine, non perdiamo la speranza, ci rimbocchiamo le maniche e andiamo avanti perché è qui dove vogliamo vivere“. Ricordiamo anche gli agguati contro le persone, come quello che ha cambiato la vita della piccola Noemi. Per lei la Napoli anticamorra è scesa in piazza chiedendo allo Stato un intervento deciso. Arresti e sequestri di beni, auto e appartamenti indeboliscono varie famiglie della criminalità organizzata. Nasce il “Comitato piazza Trieste e Trento” per contrastare l’infiltrazione mafiosa nel settore del commercio locale. “Per la prima volta“, annuncia il consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli, affiancato da quello comunale Marco Gaudini,  “i commercianti si uniscono per far fronte comune contro la malavita“.

Presidio in fabbrica

Pochi giorni dopo l’insediamento della cabina di regia per la costituzione di una Zona Economica Speciale, funzionale all’attrazione di nuovi investimenti in regione, Jibal annuncia la volontà di chiudere e pochi mesi dopo Whirlpool stralcia l’accordo ministeriale con cui si impegnava a far ritornare la piena produzione nel suo sito partenopeo. Gli animi si infiammano a ogni apertura o mancata fine di crisi industriali, per le quali si indicono altrettanti tavoli tecnici presso il Ministero dello Sviluppo Economico. In risposta alle multinazionali che cercano un disimpegno a costo zero, a Caivano cinquantuno lavoratori di Wbo Italcables si costituiscono in cooperativa per salvare il loro posto di lavoro, dando vita al più grande esperimento di tal genere nel settore metallurgico nel Meridione. Notizie positive giungono dallo stabilimento ex Fiat di Pomigliano, dove Fca inizia la produzione di modelli ibridi di Panda e Alfa Romeo. Anche Amazon va in controtendenza aprendo ad Arzano un magazzino che impiega a tempo indeterminato centocinquanta persone.

De Crescenzo

Attestati di solidarietà a un mondo del lavoro in sofferenza giungono dal sociale, che si anima di progetti rivolti all’inclusione, soprattutto nei confronti dei bambini a rischio di abbandono scolastico, e alza la voce dinanzi ad atti di violenza, pubblica o privata. L’omicidio di Fortuna, mamma di tre figli, scuote il Rione Sanità e il suo prete simbolo, don Antonio Loffredo, non usa mezzi termini contro l’ennesimo caso di femminicidio. Così, dal pulpito della chiesa di San Vincenzo fa un monito duro: “Alle donne dico: se siete in difficoltà, denunciate. Chi dà uno schiaffo a una donna è uno stronzo”. La città si mobilita anche per la piccola Diana, dopo l’appello lanciato dal padre per trovare un donatore di midollo che possa salvarle la vita. E tra i napoletani che ricordiamo tra i testimoni di un amore per la vita che travalica i limiti umani, di cui ha scritto con un tocco ironico anche il filosofo Luciano De Crescenzo, ricordato nel suo ultimo saluto da padre Giovanni Paolo Bianco come “un uomo che pensava e lasciava pensare“, oltre che un “uomo di cuore“, come viene definito pure Mario Cerciello Rega, il vice brigadiere di Somma Vesuviana ucciso a Roma, dove era in servizio.

Palazzo s.Giacomo

A livello politico, l’instabilità parlamentare produce un’eco che si sente anche in città. Perciò, il dibattito nazionale sull’autonomia rafforzata, giunto in Parlamento, spinge le più alte cariche del governo cittadino a lasciare gli scranni per manifestare il proprio dissenso fin sotto Montecitorio. “In otto anni ho guidato Napoli senza soldi“, dichiara in conferenza stampa de Magistris, “per questo dico che serve un’Italia coesa per fare ripartire il Paese. Serve giustizia sociale, abbiamo vinto tante battaglie, sconfiggeremo anche il governo del rancore“. Poche settimane dopo, l’Università Federico II lancia un “Osservatorio sul regionalismo differenziato“, a cui partecipano anche accademici di atenei del Nord. A Palazzo san Giacomo si crea una “Consulta sul debito pubblico” e si stabilizzano molti dei precari storici, mentre a Palazzo santa Lucia si indice un maxi concorso per l’amministrazione pubblica regionale, festeggiando così il miglioramento dei conti e la fine del commissariamento della sanità.

Stadio san Paolo

Sono immagini da cartolina quelle che hanno riempito le pagine di siti e giornali del mondo che ha acceso i suoi riflettori sulle Universiadi estive, le olimpiadi degli universitari. “E’ stata una bella festa di sport, una bella prova di Napoli“, dichiara il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, dettosi “orgoglioso e fiero” pure in occasione di “un’altra bella prova per tutti i giovani e per l’Italia“, quale è stata la cerimonia di consegna dei primi diplomi della Developer Academy della Apple, che ha scelto di rinnovare il progetto e di restare a San Giovanni a Teduccio almeno fino al 2021.